Turismo in Lessinia, nove comuni uniscono le forze

È stato presentato oggi, giovedì 12 aprile, nella Sala Rossa dei Palazzi Scaligeri, il protocollo d’intesa per lo sviluppo del turismo in Lessinia tra i Comuni di Bosco Chiesanuova, Cerro Veronese, Erbezzo, Grezzana, Roverè Veronese, San Mauro di Saline, Sant’Anna d’Alfaedo, Selva di Progno e Velo Veronese. Il protocollo istituisce un tavolo di coordinamento e confronto periodico tra i Comuni firmatari che s’impegnano a condividere, anche con gli operatori privati, le strategie territoriali da intraprendere Il documento, inoltre, prevede il coinvolgimento dei principali enti scaligeri – Camera di Commercio, Comune di Verona, Provincia e Università – sulle iniziative di sviluppo turistico.

Nove sindaci, nove amministrazioni comunali della Lessinia unite per il bene del loro territorio. E’ una firma pesante quella sottoscritta questa mattina in Sala Rossa alla presenza del Presidente della Provincia di Verona Antonio Pastorello: un impegno formale a intraprendere un percorso di condivisione e di valorizzazione della montagna veronese che non ha avuto precedenti nella storia recente di questa parte del territorio veronese.

I nove sindaci chiederanno anche un aiuto concreto alla Regione del Veneto su più fronti: un supporto per la promozione, il termine del commissariamento della Comunità Montana/Parco Naturale Regionale e la contestuale istituzione dell’Ente Parco della Lessinia, con la richiesta di poter scegliere autonomamente un rappresentante del territorio in qualità di commissario straordinario del Parco stesso.

Il protocollo prevede il potenziamento dello Iat di Bosco Chiesanuova e lo sviluppo di altri uffici informativi nel territorio della Lessinia.

L’accordo, ricordano i firmatari, “si inserisce in un contesto di carenze organizzative e istituzionali che hanno creato un vuoto nel presidio delle attività di programmazione, promozione e informazione turistica del territorio: il modificato ruolo delle Province, la nuova Legge Regionale del Turismo, che avrebbe dovuto rilanciare il ruolo delle Organizzazioni di Destinazione, il commissariamento della Comunità Montana e quindi del Parco Naturale Regionale della Lessinia”.

L’idea del protocollo nasce da un incontro, organizzato dal Comune di Bosco Chiesanuova in collaborazione con l’Università degli Studi di Verona e Assobosco, che ha visto il coinvolgimento di tutti i Sindaci della Lessinia, anche Trentina, e gli operatori turistici del territorio. In quella sede è emersa la necessità di dialogare e costruire nuovi percorsi di crescita attraverso la formazione, il confronto e la condivisione di progetti.