L’educazione alla salute di Federfarma nelle scuole veronesi

Si è concluso anche quest’anno il progetto “Young & Healthy”, ideato da Federfarma e attivo in 41 istituti veronesi. 1.800, tra scuola primaria e secondaria, gli studenti che hanno partecipato al programma apprendendo nozioni su alimentazione, farmaci e tanto altro.

Dall’alimentazione alle piante medicinali, dall’uso dei farmaci all’abuso di alcool e fumo. Questo è stato il programma degli incontri organizzati da Federfarma Verona nell’ambito del collaudato progetto “Young & Healthy” di educazione alla salute per i giovani che, nato nel 2010, è stato riproposto anche quest’anno in 41 istituti scolastici della provincia scaligera. A partecipare al progetto 1.800 studenti appartenenti a 86 classi delle scuole primarie e secondarie che, condotti da 22 farmacisti di Federfarma Verona, hanno affrontato tematiche particolari in aula in base alle fasce d’età.

Nella scuola primaria e secondaria di I grado si è partiti con il tema della “Corretta alimentazione”, che ha visto come punto focale degli interventi dei farmacisti la prevenzione all’obesità passando per un corretto stile di vita e in generale l’educazione all’assunzione di frutta e verdura che spesso i bambini non amano mangiare. Semplici piramidi alimentari, disegni, giochi ed esperienze dirette per creare una coscienza alimentare che, finito l’orario scolastico, viene naturalmente “trasferita” dagli studenti ai genitori innescando un atteggiamento virtuoso per tutta la famiglia e contrastando la sedentarietà.

Particolarmente apprezzato il progetto sulle “Piante medicinali” dedicato alle classi terze e quarte della primaria che, oltre alla parte teorico-ludica di approfondimento ha previsto l’allestimento di un vero orto dove i piccoli alunni hanno piantato e seguito giorno per giorno la crescita delle piantine di Calendula grazie alle quali è stata successivamente realizzata in classe una crema lenitiva.

I farmacisti hanno poi affrontato nelle classi della secondaria di I e II grado il delicato e attuale argomento del “Corretto uso dei farmaci” per scongiurare l’abuso di medicinali che purtroppo è in costante crescita nelle nuove generazioni. Il messaggio veicolato è che il farmaco deve essere un aiuto per la nostra salute, ma diventa un nemico se si assume impropriamente, se si acquista incautamente fuori dai canali della farmacia oppure se si mischiaì ad altre sostanze dannose come l’alcol. L’obiettivo è di creare una consapevolezza civica preventiva che permetta di ridurre i frequenti incidenti stradali causati non solo dall’ebbrezza alcolica. Numerosi e molto apprezzati, inoltre, gli interventi dei farmacisti contro l’“Abuso di alcol e fumo” che mirano a far comprendere agli studenti quali siano gli effetti deleteri di queste due sostanze nocive al fisico, anche a lungo termine.

Infine Federfarma ha organizzato un’uscita didattica dedicata alla “Visita nelle farmacie” per gli studenti delle scuole secondarie che ha consentito di avvicinare la figura professionale del farmacista e apprendere le nozioni base della gestione della farmacia, dell’erogazione dei farmaci e della loro accessibilità, conoscendo da vicino il percorso formativo e la professione del farmacista.

Le scuole dell’infanzia hanno partecipato, inoltre, a dicembre al progetto dedicato al “Natale” con la fruizione di argomenti semplici, ma importanti come la corretta igiene personale per la prevenzione dell’influenza o le istruzioni per l’uso in merito all’armadietto farmaceutico di casa.

Si ringraziano Phyto Garda e Acef per aver contribuito alla fornitura del materiale didattico.