La malattia, raccontata dai giovani

“Siete un esempio per i vostri coetanei, ma anche per noi adulti”. Premiati questa mattina dal sindaco Sboarina per la sensibilità dimostrata, la vincitrice del Premio Campiello Giovani Elettra Solignani, assieme ai giovanissimi Matteo Mauli e Marco Bassi autori di un libricino sull’arte-terapia

Ha vinto il Premio Campiello Giovani, qualche mese fa, con il suo racconto sull’anoressia dal titolo “Con i mattoni”. Si chiama Elettra Solignani, e assieme a Matteo Mauli e Marco Bassi, autori di un libricino dal titolo “Un sogno che salvò i bambini”, è stata premiata dal sindaco Sboarina questa mattina, in quanto “esempio per i coetanei, ma anche per gli adulti”.

A premiarli questa mattina il sindaco Federico Sboarina, a nome di tutti i cittadini veronesi, assieme a Maria Fiore Adami, per la sensibilità e le doti dimostrate.