Lo sguardo di Leonardo per Expo Dubai 2020

Chi meglio di Leonardo da Vinci può essere ambasciatore della creatività e dell’innovazione del nostro Paese? Ieri al convegno di Verona Network a Villa Arvedi è stato presentato il progetto Celebrando Leonardo 2019 e con esso le iniziative e i programmi per portare il “made in Italy” nel mondo, sulla scia della figura di Leonardo

Il 2 maggio 2019 saranno 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, e ieri, ad un anno esatto dall’evento, è stato presentato “Celebrando Leonardo”, il progetto tutto italiano che promette di portare la figura del genio italiano ad Expo Dubai 2020. L’idea è dall’associazione culturale Mani D’Oro ed è stata accolta da Verona Network, che ieri pomeriggio ha organizzato un workshop dedicato in Villa Arvedi, a Grezzana. Un appuntamento durante il quale sono state illustrate tutte le iniziative e i programmi in vista dell’esposizione universale negli Emirati Arabi. Leonardo fu pittore, scienziato, ingegnere, ma soprattutto inventore. Una sfaccettatura che si avvicina particolarmente al tema di Expo Dubai 2020, che tradotto è “collegare le menti, creare il futuro”.  Chi meglio di Leonardo può infatti rappresentare l’Italia che innova?

Un appuntamento quello negli Emirati al quale lo Stato crede molto, forte del successo di ExpoMilano 2015

Dubai è ancora oggi un mercato poco aggredito dalle imprese italiane, eppure potrebbe essere anche grazie all’apputnamento del 2020 una porta di accesso ad altri mercati in ascesa, uno su tutti quello della Regione cinese di Whuan.

Come si affronta però un mercato diverso dal nostro? A rispondere  sono stati due esperti, Gianpaolo Bruno e Antonio Varvaro, in collegamento skype da Dubai.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.