OpenLab, porte aperte al laboratorio Altair

In occasione della Settimana europea della robotica, dal 23 al 29 novembre, il laboratorio di robotica Altair organizza “Open Lab: la robotica per il sociale”: un appuntamento per far scoprire ai cittadini quali sono le problematiche che i robot possono risolvere nella vita quotidiana di ciascuno e nella società.

Si terrà il 26 novembre l’appuntamento “OpenLab: la robotica per il sociale” in programma dalle 14 alle 19, nella sede del dipartimento di strada Le Grazie, 15, a Borgo Roma, organizzato dal laboratorio di robotica Altair.

In occasione della Settimana europea della robotica, che quest’anno si tiene dal 23 al 29 novembre, il laboratorio Altair ha infatti deciso di aprire le sue porte al pubblico, con questo evento di grande rilievo che porterà i partecipanti a scoprire i segreti di robot, droni e simulatori.

L’evento è nato con l’idea di far scoprire tutti gli impieghi della robotica nella vita quotidiana di ciascuno di noi, dall’ausilio all’industria e alla didattica, all’assistenza agli anziani, disabili e malati, dall’impiego per diagnosi, terapie e cura della persona alla sicurezza e supervisione dell’ambiente.

Attraverso esempi e dimostrazioni pratiche, gli ospiti verranno introdotti nel mondo della robotica reale grazie alla presentazione di alcuni progetti e prototipi del laboratorio Altair, diretto da Paolo Fiorini, docente di Sistemi di elaborazione delle informazioni, tra cui robot mobili, piccoli droni e simulatori di robot chirurgici.

I turni di visita, aperti a un massimo di 20 persone ciascuno, dureranno un’ora. Per partecipare all’incontro, aperto a tutti, è necessario iscriversi seguendo questo link o contattare il numero 0458027074.

Due, invece, gli incontri riservati alle scuole. Il 24 novembre, dalle 16 alle 18.30, nella sede del dipartimento di Informatica, a Borgo Roma, si terrà il workshop “L’utilizzo della robotica per l’insegnamento delle materie di base nelle scuole primarie e secondarie di primo grado” organizzato dall’Istituto Comprensivo Bosco Chiesanuova.

Durante l’incontro gli insegnanti di alcune scuole primarie e secondarie di primo grado della provincia di Verona riporteranno la loro esperienza nell’utilizzare robot e tecniche di pensiero computazionale in aula. Il workshop, che ha lo scopo di promuovere l’utilizzo dei robot nei programmi didattici, prevede una fase di attività di laboratorio che coinvolgerà attivamente gli insegnanti partecipanti. Il 25, dalle 15 alle 19, Altair promuove un secondo incontro, dedicato agli insegnanti delle scuole superiori della provincia di Verona.

Durante il workshop “L’utilizzo della robotica per l’insegnamento delle materie di base nelle scuole superiori”, saranno riportate le esperienze di alcuni docenti che hanno introdotto la robotica nei loro insegnamenti.