Uno striscione contro la violenza su bambine e ragazze

In occasione della Giornata mondiale delle Bambine e delle Ragazze, stamattina a Palazzo Barbieri è stato esposto uno striscione contro la violenza sulle giovani donne.

Uno striscione per dire no ad ogni forma di violenza su bambine e ragazze, ovunque nel mondo. Lo hanno esposto, questa mattina, sulla gradinata di Palazzo Barbieri, l’assessore alle Pari opportunità Francesca Briani e la presidente della quinta commissione consiliare per il Sociale Maria Fiore Adami, in occasione della Giornata mondiale delle Bambine e delle Ragazze che si festeggia oggi a livello internazionale.

“È un gesto simbolico contro ogni tipo di violenza perpetrata nei confronti della donna, fin da quando è bambina – ha detto Briani -. Un modo per tener alta l’attenzione sia sui problemi che purtroppo coinvolgono ancora oggi la nostra società, basti pensare a quante donne sono vittime di soprusi e violenza, sia su quanto accade nel resto del mondo, spose bambine, stupro come arma di guerra, mutilazioni”.

“Il Consiglio comunale, dopo il lavoro fatto dalla commissione competente, ha approvato qualche settimana fa l’adesione del Comune alla nuova Carta dei diritti della bambina – ha sottolineato Adami –. Si tratta di un documento importante per l’affermazione e la tutela dei diritti delle donne, fin dalla loro nascita, e il Consiglio si è impegnato a favorirne la diffusione e la conoscenza nelle scuole, tra i giovani e le associazioni del territorio”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.