Tumore al seno, Airc Comitato Veneto partecipa alla campagna Nastro Rosa

In occasione del mese della sensibilizzazione sulla prevenzione del  tumore al seno, AIRC Comitato Veneto partecipa alla campagna “Nastro Rosa” organizzando con una serie di iniziative sul territorio per sensibilizzare le donne alla prevenzione e per raccogliere nuovi fondi per la ricerca. Tra le diverse città interessate dal progetto anche Verona. 

Sono oltre 200 le farmacie di Veneto e Trentino associate a Federfarma, Farmacie Unite e Alphega che in questi giorni stanno distribuendo 13.700 spille con il “Nastro Rosa”, scelto come simbolo della campagna,  realizzate da AIRC, Associazione italiana per la ricerca sul cancro: indossandolo si contribuirà allo studio del tumore al seno e si dimostrerà vicinanza alle donne che stanno combattendo questa battaglia.

Oltre alle case farmaceutiche, a organizzare eventi per sensibilizzare le persone su questa forma di cancro, anche punti vendita come Momonì, negozio di abbigliamento, che giovedì 25 ottobre, dalle 16.00 alle 19.30, offrirà un aperitivo in rosa dedicandolo alle proprie clienti nella boutique di Verona situata in Corso Sant’Anastasia. Durante l’evento  sarà possibile dare il proprio contributo acquistando al costo di 10 euro un bracciale fatto a mano, il cui ricavato sarà destinato interamente alla ricerca sul tumore al seno.

Anche Aldi, multinazionale del settore della Grande distribuzione organizzata, in occasione della campagna “Nastro Rosa” proporrà fino al 4 novembre 2018 l’iniziativa “La Melagrana per la Ricerca”nei suoi 40 punti vendita: per ogni chilogrammo di melagrana acquistato, devolverà 0,25 € alla ricerca sul tumore al seno.

Secondo i nuovi dati diffusi nel volume “I numeri del cancro in Italia 2018”, quello del seno è diventato il tumore più frequente in Italia: nel 2018 sono stimati 52.300 nuovi casi nella popolazione femminile. Ricevere oggi una diagnosi di tumore al seno fa però meno paura perché la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è aumentata dall’81 all’87%, e la mortalità è in costante diminuzione. Tuttavia AIRC vuole di più, per questo  ha scelto come simbolo della sua campagna un nastro rosa diverso dagli altri, incompleto, a rappresentare il suo impegno per una sfida più grande: puntare al 100% di sopravvivenza al tumore al seno. Questo risultato sembra possibile, a dirlo è Antonio Maria Cartolari, presidente di AIRC Comitato Veneto – Trentino Alto Adige: “Grazie a una cultura della prevenzione che è in crescita, ai maggiori controlli di screening, al rispetto di una sana alimentazione, con uno stop al fumo e un più regolare esercizio fisico, e grazie soprattutto ai progressi della ricerca, il tumore al seno è sempre più curabile. Ma la ricerca ha bisogno di risorse continue e del sostegno costante di tutti – continua – Come AIRC Veneto siamo orgogliosi di contribuire al finanziamento di 47 progetti di ricerca per un investimento totale di 5,9 milioni di euro”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.