Volotea, compagnia di punta al Catullo

La compagnia aerea ha trasportato a Verona nel 2019 906 mila passeggeri, 144 mila in più rispetto al 2018. Per il 2020 Volotea mette a disposizione 1 milione di posti verso 23 destinazioni di cui 20 in esclusiva.

Volotea, la compagnia che collega aeroporti di medie e piccole dimensioni in Europa, chiude il 2019 nel segno della crescita. Negli ultimi dodici mesi, infatti, il vettore ha trasportato a Verona 906.000 passeggeri, 144.000 in più rispetto al 2018. Con la sua ampia offerta e l’alto numero di passeggeri trasportati, Volotea sta guidando lo sviluppo dello scalo: per il 2020, il vettore scende in pista a Verona con un’offerta complessiva di circa 1 milione di posti. Con collegamenti verso 23 destinazioni, 20 delle quali in esclusiva, inoltre, il vettore si classifica al Catullo al primo posto sia per numero di destinazioni raggiungibili sia per volume di passegeri e posti in vendita.

Nel 2019, Volotea ha visto crescere a Verona i suoi voli a più di 6.100, pari ad un incremento dell’11% rispetto al 2018. In aggiunta, nella prima metà dell’anno, sono state apportate importanti migliorie in ambito operation: sono stati potenziati il call center, il supporto clienti, la protezione delle operazioni di volo, l’assistenza aeroportuale e l’imbarco prioritario. Di conseguenza il tasso di puntualità nel 2019 di Volotea ha raggiunto, a Verona, l’86,3%, evidenziando una performance operativa eccezionale.

L’offerta commerciale proposta dalla compagnia a Verona è stata accolta con grande entusiasmo, tanto che i passeggeri sono aumentati del 19%, per un totale di 906.000 viaggiatori presso lo scalo. Al Catullo, nel 2019, il load factor è stato del 96%, mentre il tasso di raccomandazione si è attestato oltre il 90%: ciò significa che 9 passeggeri su 10 consiglierebbero Volotea ad amici e parenti. Il 2019 ha visto così nuovi traguardi registrati da Volotea al Catullo, dove la compagnia ha registrato una crescita costante, dal 2012, nella sua offerta di destinazioni, voli e passeggeri trasportati. Volotea si riconferma, così, come il principale motore dello sviluppo aeroportuale veronese.

Volotea è presente anche a Venezia, dove sono disponibili 36 rotte e 885.000 posti in vendita. In totale, a livello regionale, 9 milioni di passeggeri hanno preso il volo con Volotea dal 2012. Infine, sempre in veneto, negli ultimi 8 anni, si sono concretizzate più di 250 opportunità professionali e sono stati operati 74.000 voli.

«Anche per il 2019, Volotea ha registrato risultati record a Verona. Presso lo scalo, infatti, siamo lieti di aver incrementato la nostra offerta, proponendo ai passeggeri della nostra base migliori performance operative. Siamo orgogliosi di essere, da un lato, il primo vettore a Verona e, dall’altro, di essere il principale promotore dello sviluppo del suo aeroporto che, negli ultimi quattro anni, è cresciuto più velocemente della maggior parte degli scali italiani. Ci attestiamo, poi, come la prima compagnia aerea per passeggeri e operazioni all’aeroporto Catullo e siamo felici di aggiungere 2 nuove mete per il 2020, migliorando nuovamente la nostra proposta commerciale a Verona e nel Veneto. Dal 2012 a oggi, sono già più di 3,2 i milioni i viaggiatori che hanno scelto la nostra compagnia per volare da e per la città di Verona» – afferma Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea.

Volotea, che proprio a Verona ha una delle sue basi operative, intende supportare il tessuto economico locale attraverso il potenziamento dei flussi turistici da e per il Veneto. Al Catullo, dove sono allocati 5 Airbus A319, sono state create 130 opportunità di lavoro.

Con due nuove rotte in partenza da Verona nel 2020, salgono a 23 i collegamenti firmati Volotea disponibili presso lo scalo, 20 dei quali esclusivi, per un’offerta totale di circa 1 milione di posti in vendita. A bordo degli aeromobili del vettore, infatti, sarà possibile decollare verso 10 mete italiane – Alghero, Bari, Cagliari, Catania, Lamezia Terme, Lampedusa, Napoli, Olbia, Palermo e Pantelleria – e 13 all’estero – Ibiza, Minorca, Palma di Maiorca, Atene, Heraklion, Mykonos, Santorini, Zante, Preveza Lefkada e Skiathos (le ultime due novità 2020), Cork, Faro e Malta.

Gli ottimi risultati registrati a livello locale si inseriscono in un quadro di crescita più ampio. In Italia, il vettore è operativo in 20 aeroporti, 6 dei quali – Venezia, Verona, Genova, Palermo, Cagliari e Napoli – sono basi. Nel 2019, la compagnia ha operato nel Paese 29.000 voli (+10% vs 2018), trasportando 3,8 milioni di passeggeri e raggiungendo un load factor del 95%. Per il 2020, la compagnia ha annunciato 20 nuove rotte in Italia, per un totale di 176 collegamenti, 122 dei quali operati in esclusiva. L’offerta complessiva del vettore per i prossimi 12 mesi nel Belpaese è di 4,4 milioni di posti, pari a un incremento del 10% rispetto al 2019. In Italia, infine, Volotea può contare su di un team di 480 dipendenti.