Verona, il mondo del riscaldamento a biomassa a Progetto Fuoco 2022

Il settore, in piena ripresa dopo la pandemia e con una buona tenuta, punta già all’appuntamento fisico di inizio 2022. Raul Barbieri, direttore generale di Piemmeti: «Siamo pronti a un’edizione che vedrà come grandi protagonisti l’innovazione e la sostenibilità ambientale, due elementi che corrono sullo stesso binario».

camino riscaldamento a biomassa

Innovazione tecnologica e sostenibilità ambientale. Sono due elementi importantissimi attorno a cui si decidono le sorti del nostro futuro, ed elementi imprescindibili per il settore del riscaldamento a biomassa. Dalle stufe ai caminetti passando per caldaie, barbecue e cucine a legna e pellet: Progetto Fuoco, la manifestazione di riferimento per il settore, ha i motori accesi a pieno regime.

Raul Barbieri, direttore generale di Piemmeti
Raul Barbieri, direttore generale di Piemmeti

Le imprese del riscaldamento a biomassa, uscite con una buona tenuta dal lockdown, scalpitano in vista dell’appuntamento fisico di inizio 2022, momento di riferimento a livello internazionale per la presentazione delle novità. La fiera, promossa da Piemmeti, si svolgerà a Verona dal 23 al 26 febbraio 2022 con più di 800 espositori e 75mila visitatori attesi, provenienti da tutto il mondo. Un evento in massima sicurezza, garantita dalla rigorosa adozione di tutte quelle che saranno le norme sanitarie nel post-Covid, in grado di proteggere tutti i partecipanti. Oltre alle esposizioni convegni, workshop, pitch di startup, dimostrazioni pratiche e occasioni di formazione. Progetto Fuoco si conferma piattaforma privilegiata di scambio e aggiornamento sui sistemi di riscaldamento a biomassa, rimanendo però sempre fortemente business-oriented.

«Per Progetto Fuoco 2022 abbiamo tantissime idee, siamo pronti a un’edizione che vedrà come grandi protagonisti l’innovazione e la sostenibilità ambientale, due elementi che corrono sullo stesso binario – dichiara Raul Barbieri, direttore generale di Piemmeti -. Quella dalle biomasse è un’energia rinnovabile, economica e sicura. Sta a noi ora saper utilizzare questa risorsa in maniera intelligente, anche con una gestione forestale sostenibile, senza sprechi e limitando al massimo le emissioni. Per farlo, gli alleati più importanti sono la tecnologia e la voglia di innovare».

LEGGI LE ULTIME NEWS DI ECONOMIA

Innovazione tecnologica, startup e hackathon

In prima linea, assieme alle grandi imprese, che da sempre collaborano per lo sviluppo del comparto, saranno presenti giovani innovatori e startup. Queste ultime troveranno posto nella seconda edizione di “Give Me Fire – Progetto Fuoco European Startup Award”, la challenge promossa da Progetto Fuoco e Blum che vedrà numerose aziende innovative italiane ed europee sfidarsi a colpi di pitch con cui presenteranno i loro prodotti tecnologici relativi al settore del riscaldamento a biomassa. Durante Progetto Fuoco 2022 ci sarà anche un hackathon, una maratona in cui i giovani innovatori – studenti, sviluppatori, talenti – troveranno risposte ai problemi posti dalle aziende del settore.

La galleria prodotti di Progetto Fuoco

L’edizione 2022 si arricchisce con il nuovo portale “Progetto Fuoco WEB-GALLERY“, una vera e propria vetrina per parlare direttamente al mercato, con la possibilità di ricercare i prodotti in base a prestazioni, consumi, classi energetiche e molto altro.  Uno spazio virtuale attivo per garantire visibilità internazionale, rafforzare il posizionamento e per implementare la community dei protagonisti del settore del riscaldamento a biomassa favorendone la promozione e l’incontro.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM