Valsabbina, approvato il bilancio. Dividendo di 15 centesimi

Banca Valsabbina

L’Assemblea dei soci di Banca Valsabbina, la principale banca del territorio di Brescia, presente con le sue filiali anche nel veronese, nel corso della seduta di oggi, tenuta presso il Gran Teatro Morato di Brescia, ha approvato il bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2018. Nel corso dell’incontro è stata inoltre approvata la distribuzione di un dividendo pari a 15 centesimi per ogni azione, che verrà pagato il 10 aprile.

Personalmente o per delega, all’Assemblea hanno partecipato complessivamente 1476 soci. Dal Bilancio approvato emergono risultati molto positivi per l’istituto bresciano: dall’utile netto salito a 15,2 milioni di euro, alla significativa crescita delle masse amministrate (raccolta + 6,7%, impieghi + 8,2%) fino alla volontà di continuare a crescere e presidiare nuovi territori, con l’apertura di due nuove filiali a Reggio Emilia e Torino, entro la fine dell’anno.

I numeri del bilancio 208 testimoniano come Banca Valsabbina sia una delle realtà più partecipate tra tutte le popolari e al tempo stesso, tra quelle che conservano lo status di banca cooperativa, una tra le più grandi per dimensione dell’attivo. Nel 2018 il numero dei soci è salito a 39.119, a fronte dei 38.519 al 31 dicembre 2017, ed è cresciuto anche il numero dei conti correnti aperti presso gli sportelli fisici della Banca, passati da 79.527 a 83.010 (+ 4,4%).

L’Assemblea dei Soci ha rinominato i cinque consiglieri di Amministrazione in scadenza di mandato (Dott. Adriano Baso, commercialista; Rag. Aldo Ebenestelli, imprenditore; Dott. Angelo Fontanella, commercialista; Prof. Flavio Gnecchi, commercialista e docente universitario, Dott. Luciano Veronesi, ex dirigente) e i probiviri effettivi e supplenti.

È stata inoltre data l’autorizzazione all’acquisto e alienazione di azioni proprie, a norma di legge, mediante utilizzo del Fondo acquisto azioni proprie.