Un incontro su come tutelarsi dalla perdita negli investimenti

Si è tenuto il 29 settembre all'Auditorium della Camera di Commercio l'incontro “Diamanti da investimento, Morgan Stanley e Certificati Aletti: cosa fare quando il risparmio è tradito”. Oltre duecento le persone che hanno assistito virtualmente o in presenza per comprendere come tutelarsi dalle perdite negli investimenti.

Si è tenuto il 29 settembre 2020, alle ore 17.00, nell’Auditorium della Camera di Commercio di Verona e via web, l’incontro promosso da Adiconsum Verona sul risparmio tradito intitolato “Diamanti da investimento, Morgan Stanley e Certificati Aletti: cosa fare quando il risparmio è tradito”.

Oltre duecento persone, in presenza o via internet, hanno assistito all’evento per comprendere le modalità di tutela in caso di perdita negli investimenti. All’incontro hanno partecipato il presidente dell’Associazione scaligera, dott. Davide Cecchinato, e i legali dell’associazione, avvocati Silvia Caucchioli, Carlo Battistella e Iacopo Cera.

Davide Cecchinato ha dichiarato: «Il risparmio delle famiglie è sotto attacco. Sono necessarie strategie di difesa più efficaci altrimenti a breve subiremo un ulteriore impoverimento. Ad oggi i mezzi per ottenere tutela esistono ma presuppongono una effettiva cultura finanziaria da parte del consumatore. La nostra associazione è sempre stata attiva per tutelare il risparmiatore e vuole esserlo ancora di più in futuro posto che i casi di risparmio tradito continuano ciclicamente a riproporsi».

Caso diamanti

Sulla vicenda dei diamanti da investimento sono state illustrate all’incontro lo stato delle trattative con le banche coinvolte con particolare riferimento alle tempistiche di consegna delle pietre.

«Per quanto concerne la modalità di insinuazione al passivo fallimentare, IDB s.p.a., l’Associazione – ha dichiarato l’avv. Iacopo Cera di Adiconsum Verona – ha predisposto un modulo e lo ha messo a disposizione gratuitamente sul proprio sito web».

La curatrice, esaminate le domande tempestive relative alle richieste risarcitorie, quelle tardivamente pervenute e di quelle che presumibilmente perverranno, propone, al solo scopo di contenere il numero delle eventuali opposizioni allo stato passivo, un risarcimento del 15% del valore di acquisto dei diamanti. Non è un riconoscimento automatico ma un’opportunità in più per recuperare parte del capitale perso.

Certificati Aletti

Sono oltre cinquanta i cittadini veronesi che si sono già rivolti ad Adiconsum Verona per i certificati Aletti. A giudizio dell’associazione sono molti di più i potenziali risparmiatori che hanno acquistato in banca nel 2015 i prodotti: Aletti certificate Autocallable Unicredit, Aletti certificate CPN Telefonica e Aletti certificate Autocallable Eurostock.

«Purtroppo – ha puntualizzato l’avv. Silvia Caucchioli – alla scadenza i titoli hanno perso il 60% del loro valore. I certificati sono titoli derivati rischiosi, adeguati solo a risparmiatori esperti e coscienti del rischio. In caso di vendita a soggetti non consapevoli del rischio è possibile recuperare, almeno in parte, le somme perse».

Morgan Stanley

«Chi ha investito nel Fondo Morgan Stanley Alpha Plus – ha evidenziato l’avv. Carlo Battistella – può ottenere tutela e recuperare le somme perdute. Le banche avrebbero indotto i clienti a sottoscrivere nel 2015 quote della Sicav Morgan Stanley Diversified Alpha Plus Fund B, senza fornire adeguate spiegazioni dell’operazione e senza consegnare copia della documentazione contrattuale». Il fondo è stato lanciato nel 2009 ed ha vissuto un periodo difficile tra il 2014 e il 2016, con rendimenti negativi e forti rimborsi che hanno portato il patrimonio gestito ad un minimo storico.