Mosca tappa 3: la capitale brilla con lo show “Circle of light”

È un appuntamento annuale imperdibile per Mosca e noi abbiamo avuto la grandissima fortuna di assistervi. Il Festival Internazionale “Circle Of Light” si svolge a fine settembre nel cuore della capitale russa che per l’occasione si accende di luci e colori spettacolari: sui principali edifici della città sono proiettate installazioni luminose al limite dell’immaginario, che lasciano turisti e cittadini con il fiato letteralmente sospeso ed una carica d’emozioni unica.

I punti principali dello spettacolo sono la piazza del teatro denominata Teatralnaya Ploshchad, il parco del Kolomenskoe, le stazioni metro Park Pobedy, il parco di Tsaritsyno e il Grebnoi Kanal.

Un’esplosione di fuoco, acqua, luci e musica si scatena per quattro giorni celebrando l’inizio dell’autunno: quest’anno Circle Of Light è durato da venerdì 21 settembre a domenica 23.

Il Festival si è aperto con la cerimonia “Carnival of Light Show’ attorno le 19:30 quando l’oscurità cala; è stata una combinazione di incredibili effetti laser e grandiose proiezioni video a colori, il tutto accompagnato da fuochi artificiali e giochi d’acqua. Lungo i 12 metri cubi di struttura installata sulle sponde del canale Grebnoy è stato possibile vedere lo spettacolo d’apertura, mentre ben 250 fontane (35 delle quali,rotanti) hanno completato lo show.

[pantheon_gallery id=”49061″][/pantheon_gallery]

Nei giorni del Circle Of Light la città cambia la sua veste grazie anche ad installazioni luminose visibili lungo le strade. Lo spettacolo che si è svolto al parco Tsarisyno quest’anno è stato forse il momento più rivoluzionario. Il tema riprodotto riguardava la storia della Fenice mentre sulle mura del palazzo Grand Tsaritsyno è stato invece proiettato uno show dal carattere futuristico; utilizzando le modernissime installazioni luminose di Bionic Portal, è stato poi reso possibile agli spettatori di scannerizzare con smartphones le immagini di animali del mondo futuro e vederli riprodotti sui propri dispositivi.

Al Teatralnya Polschad si è optato invece per una storia classica, e attraverso luci e colori si è assistito ad una riproduzione multimediale della lotta di Spartaco per la libertà. Il Kolomenskoe si è invece trasformato in un magico regno illuminato, perfetto per bambini ed adulti.

Inclusa nel fine settimana di luci è anche la competizione di proiezioni 2 e 3D “ART VISION”, che attira artisti da tutto il mondo. Avviato nel 2011, il concorso era destinato solo a creativi russi mentre ora si è aperto ad una dimensione globale, e propone anche una differenziazione in 3 categorie, VJ, Classic e Modern. Le proiezioni si concentrano su edifici diversi. I vincitori dell’edizione 2018 sono i russi Idwyr e Meshplash  ed il tedesco Re:sorb.

La magia della Russia è centuplicata grazie a questo Festival che porta moltissimi turisti nella splendida Mosca e promuove una città ormai lontana dal freddo Comunismo ma che luccica e splende, e non solo letteralmente.