Lago di Garda unico per tutti: la proposta di Gardalanding

Si terrà mercoledì 21 marzo, all’Hotel Al Fiore di Peschiera del Garda, la presentazione del progetto Lago di Garda unico per tutti, una proposta di informazione e accoglienza turistica integrata che guardi al nuovo «turista esperenziale» puntando a coinvolgere i principali attori dell’intero comparto gardesano: amministrazioni, associazioni di categoria e strutture ricettive. Promotrice dell’iniziativa, patrocinata dal Comune di Peschiera del Garda, è la giovane startup del turismo GardaLanding.

Efficientare un sistema di informazione e accoglienza ad oggi frammentato in un territorio a forte vocazione turistica, che con i suoi 24 milioni di presenze annue – in constante aumento – si conferma tra le principali mete di villeggiatura italiane, saldamente al primo posto nella classifica relativa alle destinazioni di lago. Muove da queste ragioni Lago di Garda unico per tutti, iniziativa promossa dalla giovane azienda veronese GardaLanding – già responsabile dell’Infopoint di Peschiera del Garda e, da quest’anno, anche dell’Infopoint di Lazise – rivolta ad amministratori locali, associazioni di categoria e imprenditori di tutta la sponda del Benaco. Il progetto con il quale la startup mira a costituire la prima piattaforma che riunisce l’offerta turistica delle province di Verona, Trento, Brescia e Mantova, verrà rivelato in anteprima alle ore 18.30 di mercoledì 21 marzo, allHotel Al Fiore di Peschiera del Garda, nel corso di una conferenza pubblica aperta a tutti gli operatori del settore.

La partnership con Peschiera del Garda. «Lago di Garda unico per tutti è un progetto sviluppato in partnership con il Comune di Peschiera del Garda – è il commento di Giacomo Ballerini, founder di GardaLanding insieme a Sebin Pinackatt e Alessio Priante. – e che, negli ultimi mesi, sta risvegliando l’interesse di diversi enti istituzionali tra cui il Consorzio di Promozione Strada del Vino della Valpolicella e i Comuni di Lazise, Castelnuovo del Garda, Ponti sul Mincio, Puegnago, Lonato. L’idea nasce dalla convinzione che per il Lago di Garda si possa fare di più e di meglio in termini di offerta diretta a chi sceglie le nostre rive come meta di vacanza. Le amministrazioni comunali oggi sono chiamate a fare squadra, muovendosi senza frazionamenti di confine tra una provincia e l’altra e il format da noi proposto è uno strumento più adatto per aiutarle ad efficientare le attività di informazione e accoglienza. Si tratta di un servizio innovativo e attento alle nuove esigenze turistiche, fondamentale per non rischiare di perdere il ruolo centrale che il Garda ricopre nel comparto turistico italiano, qualificandosi come volano economico di enorme rilevanza per le aziende locali».

Il nuovo turista. «Come operatori di settore dal 2013 e gestori dell’ufficio turistico di Peschiera dal 2015 (ente con il quale raggiungiamo i 100mila contatti annui), abbiamo potuto constatare come l’ambito turistico stia attraversando una fase di profonda evoluzione – continua l’imprenditore – chi viaggia oggi è sempre più in cerca di un’esperienza: non si limita ad una vacanza relax ma ama muoversi esplorando le ricchezze offerte dal luogo di vacanza, anche cambiando albergo e sistemazione da una notte all’altra, e scoprire le peculiarità del territorio attraverso attività culturali, sportive e di intrattenimento diversificate ed attrattive. Aumentano soprattutto le famiglie in cerca di proposte adeguate a chi ha bimbi piccoli così come cresce il turismo enogastronomico, che ricerca tour alla scoperta di quei prodotti tipici che sul Garda non mancano, a cominciare da vino e olio. Arricchire davvero l’offerta turistica significa dare la possibilità al villeggiante di scegliere tra un’ampia gamma di proposte trasversali e il nostro progetto permetterà di creare una piattaforma unica attraverso cui veicolare l’offerta complessiva delle tre Regioni del Garda, fornendo un servizio che risponda in modo rapido, efficace e in continuo aggiornamento sia al turista sia all’azienda che vorrà entrare a fare parte del nostro network».

GardaLanding. Azienda integrata di eventi, promozione e turismo, GaradaLanding nasce nel 2013 da un’idea di Giacomo Ballerini, creatore di reti vendite per il turismo, Alessio Priante, esperto di organizzazione eventi culturali e fiere mercato e Sebin Pinackatt, titolare di un tour operator dal 2001. Le attività di GardaLanding permettono di raggiungere ogni anno circa 40mila persone che partecipano alle molteplici rassegne ed eventi promossi dalla società, mentre attraverso l’Infopoint turistico di Peschiera del Garda vengono raggiunte circa 100mila persone all’anno. Negli ultimi 5 anni la startup, che oggi conta una ventina di collaboratori, ha triplicato il fatturato, che a fine 2017 si attesta intorno ai 400mila euro, evolvendo e strutturando i propri servizi sviluppati intorno a tre rami di business. Tra i format creati: Mercato del Vintage ‘Vivi Vintage’; Rassegna dei birrifici artigianali ‘Brewery Festivals’; Fiera del Cocktail ‘New Generation Cocktail’.