Tria: «Aumento dell’Iva, per ora, è confermato»

tria autonomia

«La legislazione vigente in materia fiscale è confermata in attesa di definire, nei prossimi mesi, misure alternative». Così il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, in audizione sul Def davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato, dove ha confermato che «lo scenario tendenziale incorpora gli incrementi dell’Iva e delle accise dal 2020-2021».

Quanto alle stime di crescita, «la revisione al ribasso risulta coerente con l’evoluzione della situazione economica generale e a dicembre era all’1%, al di sotto dell’1,2% della Ue».

Questo «consente di sottolineare che il governo non ha affatto peccato di ottimismo e che le revisioni si sono rese progressivamente necessarie scontando l’andamento della seconda metà del 2018, inferiore ad attese che avevamo chiaramente indicato come rischi di previsione». I dati dei primi due mesi dell’anno sono «incoraggianti, la produzione ha invertito il trend negativo e questi elementi lasciano ritenere che la previsione per il 2019 sia equilibrata» ha aggiunto Tria. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.