Superbonus 110%, Dai Prè: «La digitalizzazione ora risulta fondamentale»

Nel Decreto Rilancio è stata introdotta la manovra fiscale del Superbonus 110 %. Il Bonus ha fatto molto discutere e presenta ancora dei dubbi sul suo utilizzo. Per rispondere a questi interrogativi abbiamo contattato Alessandro Dai Prè, consigliere dell'Ordine degli Ingegneri di Verona.

Nel Decreto Rilancio è stata introdotta la manovra fiscale del Superbonus 110 %, che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 30 giugno 2022 per interventi di ristrutturazione edilizia. Il Bonus ha fatto molto discutere e presenta ancora dei dubbi sul suo utilizzo. Per rispondere a questi interrogativi abbiamo contattato Alessandro Dai Prè, consigliere dell’Ordine degli Ingegneri di Verona.

«Lo scopo era quello di valorizzare e sistemare il patrimonio edilizio, per i filoni energetico e sismico. Le due tematiche possono anche coesistere» spiega. «L’iter non è semplice ed è anche una soluzione che potrebbe anche rilanciare l’economia. Il legislatore non ha però fatto i conti con l’amministrazione pubblica locale, perché il primo step è verificare è verificare la conformità urbanistica ed edilizia degli edifici. Questo comporta l’accesso agli atti dei Comuni».

LEGGI ANCHE Ischia (Anaci): «L’amministratore condominiale è un perno fondamentale»

«I tempi sono quindi lunghi, per Verona si parla di quasi 5 mesi per la risposta. Questa è una difficoltà importante, essendoci una data di scadenza del bonus» prosegue. «Ogni lavoro deve essere congruo come prezzi, non ci si può far fare il preventivo veloce da un conoscente. Questo anche perché così i costi che lo Stato sostiene sono giustificati. Un professionista deve quindi comprovare il cambiamento, quindi il cittadino deve scegliere bene».

«La consulenza del professionista deve essere costante» conclude. «La digitalizzazione è fondamentale, per avere l’accesso agli atti. Verona si è fatta cogliere impreparata, a causa del poco personale e della pandemia. Tutto questo genera un forte rallentamento perché i cittadini sono in grande difficoltà. I tempi sono stretti e la digitalizzazione a Verona sta avvenendo solo ora».

LEGGI ANCHE Superbonus, Trestini: «Burocrazia è ancora penalizzante»

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP

OPPURE CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM