“Spesa Solidale” da Esselunga, donati 780mila euro alle Caritas

Il progetto, svolto negli ultimi sei mesi, aveva come obiettivo l'aiuto alle famiglie in condizioni più fragili e in difficoltà a causa dell'emergenza Covid. Grazie al sostegno dei clienti, Esselunga ha potuto donare ai più bisognosi beni di prima necessità per un totale di 780mila euro in prodotti distribuiti presso cinquanta Caritas diocesane coinvolte.

Si è concluso, a sei mesi dal suo avvio, il progetto “Spesa Solidale”: l’iniziativa messa in campo da Esselunga in collaborazione con Caritas Italiana, per sostenere le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19. 

Grazie al sostegno dei clienti che hanno scelto di utilizzare i propri punti Fìdaty per supportare il progetto, Esselunga ha potuto donare ai più bisognosi beni di prima necessità per un totale di 780mila euro in prodotti, alimentari e non, distribuiti presso cinquanta Caritas diocesane coinvolte, attraverso il circuito degli Empori della Solidarietà e delle parrocchie.

Ad ogni negozio Esselunga è stata infatti abbinata una struttura Caritas del medesimo territorio a cui destinare i beni di prima necessità. Tali prodotti sono stati selezionati tenendo conto delle richieste espresse dalle diocesi del territorio: dalla pasta ai legumi, dall’olio ai prodotti per l’igiene personale. Il progetto “Spesa Solidale” rientra in un vasto piano di aiuti avviato da Esselunga per la comunità fin dall’inizio dell’emergenza in corso, per dare un segnale tangibile della propria vicinanza al territorio. Tra questi, la donazione di 3,7 milioni di euro agli ospedali e agli enti di ricerca in Italia impegnati in prima linea, di cui 1,2 milioni raccolti proprio grazie al sostegno dei clienti.