Settimana Veronese della Finanza, stasera focus sulle infrastrutture

Il Presidente di Verona Network e coordinatore del Comitato Veneto Sì Tav, Germano Zanini, è intervenuto stamattina ai microfoni di Radio Adige Tv per fare il punto del secondo incontro dedicato alla Settimana Veronese della Finanza, che si terrà stasera alle 18.

Stasera, dalle 18, si terrà il secondo appuntamento della 15^ Settimana Veronese della Finanza. Dopo il successo dell’evento di apertura dello scorso 19 novembre, questa sera di parlerà di infrastrutture: Tav, Pedemontana, autostrada A22 e di tanti altri temi con ospiti di spicco. Ne abbiamo parlato con Germano Zanini, presidente di Verona Network e coordinatore di Veneto Sì Tav.

PER VEDERE LA TRASMISSIONE SUL DIGITALE TERRESTRE:

VENERDÌ 27 NOVEMBRE ALLE 21 SU RADIO ADIGE TV640

CANALE 640 DEL DIGITALE TERRESTRE

«Le infrastrutture sono fondamentali per il nostro territorio e per la sua crescita: A22, A4, ma anche Verona Fiere, Magazzini Generali e il Consorzio Zai, sono tutte infrastrutture che sono fondamentali per la ripresa e lo sviluppo economico. – ha spiegato Zanini – È proprio per questo che stasera alle 18 su Radio Adige Tv 640 trasmetteremo la seconda puntata della Settimana Veronese della Finanza dedicata alle infrastrutture. Saranno con noi ospiti prestigiosi: l’assessore De Berti, il presidente della Provincia Scalzotto, che ci parlerà del rinnovo della concessione di A22, poi parleremo di TAV, del futuro della Fiera di Verona».

LEGGI ANCHE: Settimana della Finanza, Scolari: «Per il Veneto le infrastrutture sono strategiche»

Sul nodo Tav: «Il 5 ottobre c’è stato il primo passo di un lungo percorso, che ci porterà nel 2026 a concludere questa importante opera che connetterà il Veneto con il resto del mondo. – ha detto Zanini – Questa opera fa parte del corridoio 5, che vuole collegare la Penisola Iberica con i Paesi dell’Est. In considerazione dell’Asse A1, il ruolo dei trasporti a Verona sarà sempre più importante. La velocità diventa un elemento essenziale per l’industria moderna per essere competitiva».