Saldi posticipati al 30 gennaio 2021

La giunta regionale ha deliberato l'inizio dei saldi di fine stagione al 30 gennaio 2021: sono consentite però le vendite promozionali nei trenta giorni antecedenti. «Si tratta di sostenere in concreto la ripresa del commercio al dettaglio», commenta l’assessore Roberto Marcato.

Martedì la giunta regionale ha deliberato di posticipare l’avvio dei saldi al 30 gennaio 2021, consentendo al tempo stesso, in via straordinaria e in deroga alla normativa regionale, lo svolgimento delle vendite promozionali nei trenta giorni antecedenti alle vendite di fine stagione.  

«Come già per i saldi estivi – commenta l’assessore regionale allo Sviluppo economico ed energia Roberto Marcato che ha proposto la delibera – abbiamo accolto la richiesta della maggior parte delle associazioni di categoria di posticipare i saldi. Si tratta di sostenere in concreto la ripresa del commercio al dettaglio che in tempi di pandemia sta vedendo prevalere il commercio online. Con l’avvio dei saldi un mese dopo rispetto alla consueta data di inizio gennaio, offriamo contemporaneamente la possibilità di effettuare vendite promozionali a partire da inizio gennaio».

Leggi anche: Federmoda, Lievore: «Situazione grave, vendite paralizzate»

«La ripresa del commercio significa far rivivere il territorio – sottolinea Marcato – è essenziale passi l’idea che le nuove regole che ci impone la pandemia si basano sul rispetto di misure di sicurezza. La Regione continuerà a sostenere con ogni mezzo i negozi e le attività commerciali, fornendo agli operatori gli strumenti necessari a risollevare le vendite. Serve che i negozi siano aperti e la gente torni ad acquistare. Far rinascere il commercio significa rilanciare la socialità e far rifiorire i nostri centri urbani, dove la gente deve tornare in piena sicurezza».

LEGGI LE ALTRE NEWS DI ECONOMIA