Saldi, Lievore (Federmoda): «Quest’anno saranno veri»

Conto alla rovescia per l'avvio dei saldi invernali che quest'anno prendono il via sabato 30 gennaio. Secondo Confcommercio le vendite di fine stagione muoveranno a livello nazionale un business di un miliardo in meno rispetto allo scorso anno.

tavolo moda

Conto alla rovescia per l’avvio dei saldi invernali che quest’anno – come deliberato dalla giunta regionale a inizio dicembre – prendono il via sabato 30 gennaio; nei trenta giorni antecedenti era consentito in via straordinaria, e in deroga alla normativa, lo svolgimento delle vendite promozionali.

Leggi anche: Veneto, aperto tavolo di crisi per il settore moda 

Secondo Confcommercio le vendite di fine stagione muoveranno a livello nazionale un business di un miliardo in meno rispetto allo scorso anno, vale a dire quattro miliardi di euro contro cinque: gli acquisti in saldo interesseranno oltre 15 milioni di famiglie e ogni persona spenderà circa 110 euro.

Mariano Lievore
Mariano Lievore, presidente di Federmoda-Confcommercio Verona

«La situazione è estremamente difficile – spiega il presidente di Federmoda-Confcommercio Verona Mariano Lievore -. Le restrizioni imposte per l’emergenza sanitaria stanno colpendoci duramente e, anche se la zona arancione consente ai negozi di abbigliamento e calzature di restare aperti, le vendite sono sensibilmente inferiori a quelle di un periodo normale». 

«Una cosa è certa -, aggiunge Lievore -. Questi saranno saldi veri, con sconti veri: per i commercianti infatti è l’occasione per smaltire i tanti capi invenduti, mentre per i clienti c’è l’opportunità di fare affari davvero interessanti. Invitiamo quindi i veronesi ad approfittarne recandosi nei negozi e di sostenere il commercio di vicinato che ha un ruolo essenziale non solo in termini economici, ma anche sociali».