Phoenix Group, nuove nomine e trend positivo per il 2020

Per Phoenix Group è stato un 2020 in significativa crescita in termini di personale, accompagnata dalla nuova organizzazione delle sue Divisioni di Business relative al Management & IT Consulting, alle Cyber & Tech Solutions e al Business Process Outsourcing.

Da trenta a cinquanta persone nell’anno del Covid-19. Nel 2020, in controtendenza rispetto ad una congiuntura complessa, Phoenix Group polo di consulenza manageriale e servizi tecnologici con sedi a Verona, Milano e Roma è cresciuto affiancando con dedizione, flessibilità e visione laterale i propri importanti clienti, preparandosi per nuove sfide anche lanciando nuove Business lines e favorendo l’integrazione di nuove competenze e professionalità, metodologie, certificazioni e processi innovativi. 

Il Gruppo, fondato a Verona nel 2008, guidato dal Presidente Giulio Fezzi e dall’Amministratore Delegato, Giovanna Saraconi, si presenta – oggi – con una organizzazione evoluta, strutturata e definita nella direzione di sostenere un “next-level” di sviluppo assicurando, nel contempo, quell’agilità, flessibilità e velocità decisionale che sono sempre state per Phoenix elemento caratterizzante e fattore di resilienza e sviluppo, sin dalla nascita, anche attraverso frangenti complessi, quali quelli attuali.

In questo senso, nelle ultime settimane, a supporto delle nuove dimensioni e dei piani di crescita del Gruppo, è stata varata una nuova organizzazione delle Divisioni di Business relative al Management & IT Consulting, alle Cyber & Tech Solutions e al Business Process Outsourcing.

Precisamente la Divisione Management & IT Consulting, che impiega oltre trenta collaboratori, è stata articolata in tre diverse Business Unit, affidate ad altrettanti Executive Director di nuova nomina:

  • IT Consulting & HR Recruiting (IT&HR), affidata a Luca Predomo, veronese, 38 anni, da 2 anni in Phoenix, già Senior Project Manager e figura di esperienza con certificazioni negli ambiti del Project Management, IT, European Funding Management e background lavorativo in differenti ambiti, nel pubblico e nel privato, in Italia e all’estero.
  • Insurance & Digital Payments (I&DP), affidata a Diego Cristini, veronese, 44 anni, senior manager di lungo corso con una competenza ventennale nel Management Consulting, per i settori Banking & Insurance, Finance e digital payments, esperto di prodotti e processi assicurativi vita e danni, da 10 anni nel Gruppo Phoenix, con precedenti esperienze in Fincons Group AG a Zurigo, KPMG e Cattolica Assicurazioni.
  • Management Consulting & Project Management (MC&PM), affidata a Pietro Rotundo, campano con base milanese, 41 anni, recentemente entrato nel Gruppo, senior manager con esperienza ultra-quindicinale nel Management Consulting e nel Project/Program Management, soprattutto nei settori Banking & Insurance, con precedenti esperienze nel Gruppo San Donato, Be Consulting ed Accenture.

A Pietro Rotundo è anche assegnata la responsabilità della Divisione Cyber & Tech Solutions che aggrega i servizi del Gruppo in ambito ICT/TLC, Cyber Security ed Innovation. Su questo fronte, Phoenix Capital propone, come Business partner di Fastweb e insieme alla sua controllata tecnologica Atlantis Next, una gamma completa e integrata di Servizi TLC e ICT avanzati a cui affianca gli innovativi servizi in ambito Cyber Security gestiti in partnership con NetHive.

La supervisione della Divisione Business Process Outsourcing è stata affidata ad Alberto Fezzi, 43 anni, avvocato, scrittore e cofondatore del Gruppo, responsabile degli Affari Legali, Societari e Rapporti Istituzionali, con l’obiettivo di integrare e sviluppare il crescente business del “full service” a favore di storiche e nuove realtà tech & financial cui il gruppo offre un bouquet di servizi professionali, operativi e tecnologici, combinati in modo flessibile – secondo il caratteristico approccio pragmatico di Phoenix – in funzione delle esigenze, dello stadio del ciclo di vita e delle possibilità di ciascun cliente.

Le Divisioni così organizzate “a nuovo” vanno ad affiancarsi alla consolidata Divisione di Corporate Finance, guidata da Giorgio Bottà, e alla Divisione Sport Management, che fa capo ad Alberto Fezzi ed Enzo Zanin. Due verticalità che hanno visto in questi mesi uno sviluppo e una crescita importante, raggiungendo e superando gli obiettivi delineati al momento della loro costituzione.

«Una nuova organizzazione, quella messa in opera in queste settimane – spiega il presidente Giulio Fezzi –, resa necessaria dalla crescita significativa di progetti, servizi, competenze e profili acquisiti negli ultimi mesi. Per noi questo è un importante passaggio di un percorso evolutivo che ci consentirà di essere ancora più vicini ai nostri clienti, ponendo le basi per un ulteriore step di crescita. È forse significativo che ciò avvenga in questo complicatissimo 2020, è certamente un segnale di fiducia. Non ci siamo mai fermati, anzi, avendo l’“eterna rinascita” nel nome, abbiamo dato ulteriore intensità alle relazioni con i clienti e, conseguentemente, sviluppo alle nostre attività, prefigurando spazi di business ancora inesplorati. L’attenzione ai nostri preziosi clienti, alla valorizzazione delle competenze, al rispetto delle persone e al senso delle relazioni restano cifra essenziale del nostro operare».