Nasce CATTRe, la società di riassicurazione del gruppo Cattolica

cattolica assicurazioni life

Sono già operative le linee di business spazio, aviazione, riassicurazione catastrofale, property, casualty, rischi sportivi, marine, eventi e contingency, rischi metereologici della nuova società riassicurativa dedicata alle linee di rischio non tradizionali. Si chiama CATTRe ed è la nuova newco di Cattolica Assicurazioni nata dall’acquisizione della lussemburghese CP-BK Reinsurance, lo scorso 3 ottobre, grazie alla quale si completa il passaggio decisivo del progetto “Specialty Lines”.

L’operazione è un’iniziativa unica nel panorama dell’assicurazione europea continentale e si inserisce tra le principali azioni del Piano Industriale 2018-2020 di Cattolica, nell’ambito del cantiere di rilancio del settore “Danni Non Auto”, come leva strategica per consentire al Gruppo di approcciare i mercati dei rischi speciali.

Il modello di business prevede che CATTRe riassicuri i premi raccolti dalle diverse Managing General Agencies (MGAs) che verranno costituite e/o acquisite, ovvero agenzie con competenze specialistiche presenti su diversi mercati. Tali agenzie saranno controllate dalla holding finanziaria Estinvest S.r.l. partecipata al 100% da Cattolica. A regime, le MGAs potranno sottoscrivere rischi per conto di società assicurative anche diverse da Cattolica.

In particolare, ad oggi, il Gruppo Cattolica ha perfezionato l’acquisto di Satec S.r.l., società che opera da anni in linee di business speciali come spazio, aviation e riassicurazione catastrofale e, a partire da quest’anno, nei settori marine, rischi sportivi e property e Meteotec S.r.l., società operante nel business dei rischi metereologici, partecipata indirettamente per il tramite di Satec S.r.l.

Il piano di sviluppo prevede a breve l’ampliamento delle linee di business con la sottoscrizione nei settori RC e cauzioni, cyber, financial lines, mobility & travel, rischi operativi e altri ancora.

Nazareno Cerni, vice direttore generale e direttore “Danni Non Auto” di Cattolica Assicurazioni ha dichiarato: “Il dispositivo formato con CATTRe ed Estinvest rappresenta uno strumento assolutamente innovativo per il mercato italiano e continentale per la sottoscrizione di rischi specialistici. Prevista dal Piano industriale 2018-2020 e complementare al business tradizionale del gruppo, CATTRe ha l’obiettivo di costruire competenze specifiche su rischi nuovi o poco sviluppati, con alto potenziale di crescita, per offrire ai clienti e ai broker un’offerta sempre più puntuale”.