Efficienza nel servizio e attenzione all’ambiente si confermano anche per il 2020 i cardini sui quali si basa l’operato di Serit, società che da oltre un ventennio opera nel settore dell’igiene ambientale in 58 Comuni della provincia di Verona servendo 432.000 abitanti, con un impiego di 348 mezzi e 263 dipendenti (più 50 semestrali da aprile ad ottobre) che fanno capo alle due sedi operative di Cavaion e Zevio.

«L’obbiettivo ambizioso – spiega il presidente Serit Massimo Mariotti – è quello di fornire continuità ed efficienza nell’esecuzione dei servizi, porre la massima attenzione alla qualità e alla salvaguardia dell’ambiente tendendo sempre presente l’impegno al contenimento dei costi. Tutto questo con una mission aziendale ben precisa, ovvero che la cura dell’igiene urbana va ben oltre lo svuotamento dei cassonetti ed è invece programmazione del territorio, impostazione di metodi e tecnologie d’avanguardia e scelte operative mirate». 

SER.I.T può affermare con orgoglio di aver centrato, per il 2019, gli obbiettivi per quanto riguarda la raccolta differenziata anche grazie alla pre pulizia della plastica effettuata presso l’impianto di Cavaion. Un passaggio fondamentale nel processo di riciclo possibile grazie ad un nuovo impianto di selezione con macchinari all’avanguardia.

L’azienda, d’altra parte, mette a disposizione le proprie risorse adoperandosi ogni giorno al fine di soddisfare le aspettative degli utenti, dei lavoratori, dei fornitori e soprattutto delle istituzioni e delle comunità locali, con forte e positiva ricaduta sul territorio. Sono infatti queste ultime realtà gli interlocutori primari a fianco dei quali l’azienda si prefigge di organizzare e creare collaborazioni e crescita nel futuro, anche attraverso patrocini e sponsorizzazioni di eventi di varia natura.

Al centro del 2020 anche il proseguo della collaborazione con il Consiglio di Bacino Verona Nord per il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani relativamente ai 58 Comuni di sua competenza. 

«Siamo naturalmente soddisfatti di proseguire la collaborazione con il Consiglio di Bacino Verona Nord. Il contratto prevede, in particolare, l’ammodernamento del parco mezzi nell’ottica dell’ecosostenibilità: mezzi elettrici, a metano ed euro 6 al posto di quelli a gasolio; un investimento che ci ha già visto impegnare due milioni di euro. L’introduzione del nuovo capitolato – prosegue Mariotti – consente a Serit di programmare l’estensione del porta a porta anche in Lessinia, di incentivare il compostaggio domestico e di lavorare a nuove, più ecosostenibili e redditizie, filiere di raccolta e gestione della differenziata. Oltre a rafforzare la coscienza ambientale dei cittadini con un programma di attività di sensibilizzazione ambientale da svolgersi sui 58 Comuni».