“Una mano per ripartire”, corso di microcredito sociale e relazionale

Avrà inizio giovedì 11 maggio nella sede di Mag Verona, in via Cristofoli 31/A,

Avrà inizio giovedì 11 maggio nella sede di Mag Verona, in via Cristofoli 31/A, “Una mano per ripartire”, il corso in 4 incontri per volontari del microcredito sociale e relazionale.

L’obiettivo del progetto formativo è di approfondire l’impianto culturale e le pratiche di uno strumento economico, pensato per rispondere alle necessità di chi si trova in momentanea esclusione dal sistema finanziario formale, spesso causata da precarietà lavorativa o da spese impreviste e insostenibili.

I temi affrontati dai docenti saranno la crescita e la circolazione dell’empatia e delle energie personali e sociali nei processi di microcredito, a cura della sociologa esperta di innovazione sociale Cinzia Boniatti, mentre Simona Lanzoni, esperta di microcredito e di cooperazione internazionale, analizzerà gli strumenti di microcredito impiegati in Asia, Africa e Sud America.

L’ultimo incontro sarà curato da Giampietro Pizzo, presidente di Ritmi – Rete Italiana di Microfinanza – che parlerà delle pratiche e dei protagonisti del microcredito in Italia per rispondere alla precarietà.

«Il microcredito promosso da Mag Verona si basa sul ruolo delle relazioni e su logiche di prossimità, perché è grazie alla responsabilità individuale e al supporto di una rete sociale che l’individuo può rispondere alle sue fragilità senza cadere in dinamiche prettamente assistenziali – afferma Stefania Colmelet, referente per lo sportello Microcredito di Mag Verona. – Per questo è fondamentale che i volontari conoscano non solo l’operatività, ma anche l’orizzonte ideale entro cui questa forma di supporto ha significato. Non si tratta di dare un prestito, bensì di sostenere la persona in difficoltà nel trovare soluzioni sostenibili, anche aiutandola a riprogettare il proprio futuro».

Il percorso, che si terrà l’11, 18, 25 maggio e 8 giugno dalle 14 alle 18, rientra nel progetto di Microcredito sociale e relazionale finanziato da Fondazione Cariverona, che vede come partner i Comuni di Fumane, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Sona, Valeggio sul Mincio, Grezzana, San Bonifacio, Legnago e Ronco all’Adige.

Per informazioni contattare la segreteria Mag:  tel. 045 8100279  /  info@magverona.it