Lo spread oltre i 300 punti, se ne parla alla Settimana Veronese della Finanza

12esima settimana veronese finanza

Torna il 29 novembre alle 19, al Palazzo della Gran Guardia a Verona, la Settimana Veronese della Finanza, giunta alla sua 12^ edizione. Un’occasione di dialogo e incontro tra imprese, risparmiatori e sistemi finanziari veronesi.

Giunge alla 12° edizione la Settimana Veronese della Finanza, dell’Economia e del Lavoro che si terrà giovedì 29 novembre dalle 19.00 alle 20.30 presso il Palazzo della Gran Guardia a Verona. L’evento è promosso dall’associazione Verona Network che raccoglie 61 enti istituzionali e oltre 3000 operatori economici.

La “Settimana Veronese della Finanza” nasce con l’obiettivo di incalzare e stimolare il dialogo operativo tra le realtà finanziarie della nostra città, i risparmiatori e le imprese, al fine di trovare dei punti di accordo per ripristinare la fiducia economica sulla quale lavorare per portare avanti questa ripresa.

Sostenere progetti innovativi, promuovere l’innovazione delle imprese, formare figure professionali al passo con i tempi, diffondere l’impiego delle nuove tecnologie e dei modelli organizzativi più efficienti, significa anche tutelare le eccellenze delle piccole e medie imprese italiane che sono la ricchezza del nostro Paese.

Azioni importanti che devono fare i conti con situazioni complesse: l’aumento dello spread oltre i 300 punti base vede la maggiore esposizione delle imprese rispetto alle famiglie, con una contrazione dell’accesso al credito, dal 2011 allo scorso giugno, di oltre 249 miliardi (dato: Fondazione Nord Est).

Ad oggi, secondo i dati di CGIA, le tre preoccupazioni principali delle PMI italiane sono: l’acquisizione di clienti (24%), i costi del lavoro e di produzione (18%) e la competitività del mercato (15%), che richiedono di affrontare nuove sfide come la crescente digitalizzazione del mondo del lavoro.

Una fiducia reciproca potrebbe portare le banche nei corridoi della produzione e aiuterebbe le imprese a strutturarsi, a parlare il linguaggio finanziario e a crescere.

Parteciperanno al convegno Elisa De Berti, assessore regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti;  Francesca Toffali, assessore Attività economiche e produttive del Comune di Verona; Leonardo Rigo, responsabile della direzione territoriale Verona e Nord Est Banco BPM; Paolo Gesa, direttore business Banca Valsabbina; Andrea Bissoli, presidente Confartigianato Verona; Renato Della Bella, presidente Apindustria Confimi Verona.

Presenti con un video intervento anche l’On. Massimo Bitonci, sottosegretario del Ministero dell’Economia e delle Finanze; Renzo Simonato, direttore regionale Direzione Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige di Intesa San Paolo; Gianmaria Tommasi, vicepresidente di  Valpolicella Benaco Banca; Michele Bauli, presidente Confindustria di Verona; Daniele Salvagno, presidente Coldiretti Verona e Veneto; Franco Ferrarini, presidente di Valpolicella Benaco Banca.

All’interno del convegno prenderà parola anche Germano Zanini, direttore operativo della Settimana Veronese della Finanza.

Guarda il servizio: