Lignum: asse Verona-Padova per raggiungere Mosca

Il primo tentativo concreto di unire l’area di produzione della pianura veronese con quella dei comuni della Sculdascia. Questo l’obiettivo dell’evento organizzato lo scorso venerdì da Lignum, Consorzio di tutela del mobile di Verona, nell’area padovana del distretto.

“Quest’operazione è figlia di un’idea precisa: dobbiamo unire, non dividere, creare sinergia per tornare a portare il nostro mobile ad essere importante nel contesto internazionale. Per questo i nostri vicini non sono competitor ma partner” afferma Paolo Piubelli, presidente Lignum.

Hanno partecipato oltre 40 aziende patavine e, assieme a loro, anche i sindaci di Casale, Merlara e Carceri, oltre alla preziosa testimonianza di interesse della Regione Veneto con il discorso dell’assessore Roberto Marcato rivolto agli imprenditori della filiera legno/arredo e quello di Antonio Bonaldo, direttore della sezione innovazione della Regione hanno testimoniato sul lato politico e su quello tecnico grande vicinanza alle iniziative del Distretto.

Gli interventi di Paolo Piubelli e di Nicolò Fazioni, responsabile del Distretto e della comunicazione hanno eliminato la diffidenza degli imprenditori che, in gran parte, hanno manifestato entusiasmo e voglia di credere nel progetto e nella realtà di Lignum.

Avere una parte padovana forte ci aiuterà a crescere e ad essere un player centrale a livello non solo locale. Il lavoro sul territorio è la necessaria preparazione, l’organizzazione di un sistema capace di imporsi e di generare valore commerciale. Per questo ringrazio ancora il comune di Casale” afferma Nicolò Fazioni.

Parte fondamentale del merito di questo successo va a Matteo Rossi, coordinatore dell’area padovana per Lignum e membro del nuovo direttivo.

Nella giornata di ieri il nuovo direttivo Lignum, con in testa il vice-presidente Alessandro Tosato e il responsabile del gruppo fiere Gianluca Mozzo ha partecipato all’evento a Verona organizzato dalla rivista russa Living Italia. Questo evento ha permesso di porre le basi di interessanti sviluppi delle attività di Lignum in Russia, a testimonianza dell’apertura internazionale del nuovo Distretto.