Il 30 aprile sciopero nazionale del settore agricolo

Le Segreterie Nazionali di Fai, Flai e Uila hanno indetto uno sciopero nazionale il 30 aprile, sulla scia delle manifestazioni che si sono già svolte il 31 marzo e 10 aprile, per denunciare la situazione di grave disagio dei lavoratori del settore agricolo.

sciopero generale
Foto d'archivio

Le Segreterie Regionali di Fai, Flai e Uila Veneto, rappresentano il disagio di circa 120mila lavoratori di tutti i comparti del settore agricolo e della pesca nel Veneto, esclusi dal Decreto Sostegni e  da ogni tipologia di ristoro. Il Decreto Sostegni, infatti, riconosce una indennità di 2.400 euro per i lavoratori stagionali e a tempo determinato e di importo variabile per altre categorie, ma come i  precedenti decreti non prevede alcun ristoro per i lavoratori agricoli e della pesca, malgrado abbiano  subito le perdite di cospicue giornate di lavoro a causa dell’emergenza Covid, in particolare nel settore  degli agriturismi e del florovivaismo.  

A questo, si aggiunge la preoccupazione per il riemergere, attraverso alcune dichiarazioni a mezzo  stampa, della tentazione di modificare, semplificandola, l’attuale normativa sui voucher in agricoltura,  nonostante il contratto collettivo nazionale garantisce già tutta la flessibilità di cui necessitano  le Imprese. Inoltre, lo stallo dei rinnovi contrattuali provinciali, sta evidenziando l’estrema  difficoltà nel proseguire le trattative in tutta Italia, ad oggi solo in due provincie del veneto è  stato rinnovato il CPL.  

LEGGI LE ULTIME NEWS DI ECONOMIA

Per questi motivi, ritenendo le risposte ancora insufficienti e nonostante la riuscita delle iniziative del  10 aprile, che in Veneto si sono tenute davanti alle Prefetture di ogni provincia, le Segreterie Nazionali di Fai, Flai e Uila, hanno indetto uno sciopero nazionale di otto ore per venerdì 30 aprile 2021,  per tutti i lavoratori del comparto agricolo, organizzando in Veneto per quella data un presidio davanti  alla Prefettura di Padova dalle ore 10.00 alle ore 12.00.  

In tale occasione chiederemo di poter consegnare al sig. Prefetto di Padova un comunicato con la descrizione del grave disagio dei lavoratori del settore. Tale iniziativa, segue quella del 31 marzo 2021, con presidio delle lavoratrici e dei lavoratori davanti al Senato della Repubblica e quella del 10 aprile davanti a tutte le prefetture d’Italia.  

Il settore agricolo rappresenta un importante risorsa per l’economia del nostro Paese, risulta ingiustificabile che nella nostra terra si lavora tanto e si guadagna poco, a volte addirittura vi  sono forme di odioso sfruttamento, ed inoltre il governo si dimentica dei lavoratori agricoli nei  momenti di difficoltà come questo.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM