A San Floriano il primo corso pubblico-privato di governance

Inizierà a marzo il primo corso universitario pubblico-privato in Italia di Politiche e governance del territorio. Lo promuove il dipartimento di Economia aziendale dell’Università di Verona, macro-area Scienze Giuridiche ed economiche, di cui è referente il professor Davide Gaeta, docente di Economia dell’impresa Vitivinicola e Politica Vitivinicola e si terrà nella sede universitaria di Villa Lebrecht a San Floriano in Valpolicella.

Il corso vale come aggiornamento professionale e si rivolge si rivolge a cittadini già inseriti nel mondo del lavoro, o che comunque abbiano avviato un proprio percorso di formazione professionale, agli studenti e a tutte quelle persone che intendano approfondire i temi delle politiche e delle azioni di governo del territorio, con particolare riferimento alla “Valpolicella” ed alle sue potenzialità e criticità, ma prevede anche l’estensione ad altri territori di eccellenza nazionali ed internazionali.

L’iniziativa ha il supporto della Bcc Valpolicella Benaco Banca ed è promossa dal capofila Comune di Fumane, San Pietro in Cariano, Marano, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Negrar, Pescantina, Sant’Anna d’Alfaedo, Mezzane, Illasi, Dolcè, Grezzana e Bussolengo.

“Siamo soddisfatti per il prossimo avvio del corso”, dice il sindaco di Fumane, Mirco Frapporti, “che formerà una parte della classe dirigente amministrativa e aziendale del nostro territorio dei prossimi anni”.

“Sosteniamo da sempre le iniziative a favore del territorio” gli fa eco Gianmaria Tommasi, vicepresidente della Valpolicella Benaco Banca, “e in questo caso ancora con maggior favore, perché punta a dare solidi riferimenti per il futuro alla realtà territoriale dove anche noi operiamo”.

Le iscrizioni sono prorogate fino al 25 febbraio. “Abbiamo raggiunto e raddoppiato il numero minimo di iscritti previsto, registrando quindi un grande interesse per l’iniziativa”, dice il professor Gaeta. “Ci è stato richiesto di riaprire le iscrizioni per poter andare incontro alle esigenze delle amministrazioni comunali per completare l’adesione”.

Al termine è prevista la realizzazione di un project work finalizzato alla creazione di un distretto rurale per la valorizzazione del territorio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.