Via alla maturità 2018: Zaia incoraggia gli studenti

maturità

Arriva oggi l’appello agli studenti del presidente del Veneto, Luca Zaia, che ha incoraggiato i maturandi e gli ha ricordato un’altra generazione di giovani nati sempre nel ’99, ma più di cent’anni fa, che hanno affrontato una prova di maturità ben diversa da quella che partirà domani per più di settemila studenti veronesi: “Se c’è un ‘filo rosso’ che vi accomuna a quella generazione così lontana nel tempo – ha affermato Zaia – è il coraggio e la generosità della gioventù, che non si sottrae mai a nuove prove”.

È già iniziato il conto alla rovescia: tra poche ore scatterà la temuta “notte prima degli esami” per più di 7.000 studenti veronesi e il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ci tiene a spronare i ragazzi a dare il meglio di loro: “Coraggio, ragazzi, in bocca al lupo: siate voi stessi e affrontate con serenità la prova della maturità” scrive il governatore in una nota stampa. “A tutti voi un pensiero solidale e di incoraggiamento: non abbiate paura di non essere all’altezza, i vostri insegnanti vi hanno ‘allenato’ con impegno e competenza e voi – prosegue il presidente – saprete mettere a frutto quanto avete imparato, i vostri interessi e l’originalità del vostro pensiero”.

Ai giovani maturandi, Zaia accosta poi un’altra generazione accomunando i ragazzi del 1999 a quelli del 1899 che “in questi giorni erano in prima fila, nelle trincee tra Grappa e Piave, nella battaglia decisiva che riscattò Caporetto e segnò la rotta degli imperi centrali – conclude il presidente – Quella fu ben altra prova di maturità, tragica e immane, affrontata nel sangue. Ma se c’è un ‘filo rosso’ che vi accomuna a quella generazione così lontana nel tempo è il coraggio e la generosità della gioventù, che non si sottrae mai a nuove prove”.

Domani le scuole partiranno con la prima prova scritta di italiano; giovedì si prosegue con la seconda prova. Passati i tre giorni di pausa si ripartirà lunedì 25 giugno con la terza prova.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.