“Stupefacenti e Adolescenti”, un binomio rischioso

L’incontro, che si terrà all’Istituto Sanmicheli di Verona lunedì 5 febbraio, sarà dedicato al mondo della droga che si è insinuato nella vita dei più giovani e che, tramite essa, cercano di esplorare il mondo.

È una tendenza pericolosa quella che si è insinuata negli adolescenti del nuovo millennio: l’esplorazione del mondo, tipica dei più giovani, si è infatti trasformata in un comportamento spesso e volentieri rischioso, se non autodistruttivo. In questo frangente, la droga la fa da padrone. L’incontro Stupefacenti e Adolescenti, che si terrà lunedì 5 febbraio dalle 8.30 alle 12.30 all’Istituto Sanmicheli di Verona cerca di spiegare proprio ai 1200 giovani studenti quali conseguenze può portare l’abuso di droghe.

Nel corso dell’incontro interverranno ospiti come Giorgio Ricci, medico specializzato in Chirurgia d’Urgenza e Pronto Soccorso Tossicologia Medica, Giuliana Guadagnini, psicologa clinica sessuologa specializzata in psicologia giuridica Responsabile “Punto Ascolto Ossservatorio USR Veneto”, Alessandra Vaccari, giornalista di cronaca nera a ‘L’Arena’ di Verona, un funzionario della Polizia Stradale, Rosaria Milani, psicologa psicoterapeuta dell’Istituto Sanmicheli e Giovanni Mazzi, educatore ed esperto di Comunità di recupero che presenterà il suo libro La Collina sopra Auckland storia di un giovane educatore impegnato con le vicende di adolescenti difficili.

Per informazioni: puntoascolto@istruzioneverona.it o puntoascoltodisagioscolastico@gmail.com