Salesiani: un incontro per parlare di giovani e formazione

Il centro di formazione professionale salesiano, venerdì 6 aprile dalle 9.30 alle 17, terrà un incontro dedicato ai giovani e alla loro formazione all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia. Il convegno sarà occasione per mostrare i numeri in crescita degli studenti che dopo i corsi professionali proposti dal Centro riescono a trovare un’occupazione.

È in occasione del 200° anniversario dalla morte di Don Bosco, fondatore dell’ordine dei Salesiani scomparso il 31 gennaio 1888, che il CNOS-FAP (Centro Nazionale Opere Salesiane – Formazione e Aggiornamento Professionale) organizza il convegno Le nuove frontiere della formazione. Giovani, network, alleanze. L’incontro, che si terrà all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia il 6 aprile dalle 9.30 alle 17, sarà incentrato sull’andamento dei corsi di formazione professionale salesiana.

La Federazione CNOS-FAP, costituita dai Salesiani il 9 dicembre 1977, coordina i Salesiani d’Italia impegnati a promuovere un servizio di pubblico interesse nel campo dell’Orientamento, della Formazione e dell’Aggiornamento professionale con lo stile educativo di Don Bosco. In particolare i centri di formazione, che a Verona sono tre, arrivano oggi a proporre 1.708 corsi per un totale di 25.980 allievi.

I destinatari di questi percorsi sono giovani che al termine della scuola secondaria di primo grado, scelgono di adempiere al diritto-dovere d’istruzione in un percorso formativo di durata triennale, ma anche studenti che lasciano istituti secondari di secondo grado e che scelgono il CFP perché lo trovano più idoneo alle loro attese di professionalità e inserimento nel mondo del lavoro.