I millennials tra affitto e compravendita

Secondo i dati del Gruppo Tecnocasa il 56,9% dei millennials compra casa. Dati in controtendenza rispetto al 2016, quando invece l’affitto era la scelta più frequente tra i giovani. Spicca spesso però la figura dei genitori nell’atto di compravendita.

Una generazione segmentata e oggetto di studi, quella dei Millennials, giovani nati in un’era, sì digitale ma anche economicamente in crisi.

Per questo la precarietà dei posti di lavoro ha avuto conseguenze anche sull’uscita dal nucleo famigliare e sull’interesse per una casa di proprietà.

Eppure, dai dati di analisi del Gruppo Tecnocasa, nella fascia d’età tra i 18 e i 34 anni, il 56,9% ha comprato un immobile, contro il 43,1% che lo ha preso, invece, in affitto. Dati controcorrente rispetto alla situazione economica attuale, che trovano una spiegazione nel fondamentale aiuto dei genitori per l’acquisto della casa.

Tra coloro che hanno optato per la locazione, invece, il 40,8% lo ha fatto per scelta abitativa, il 42,6% per motivi legati al lavoro ed il 16,6% per motivi di studio.