Gardaland, verso la riapertura «all’insegna della sicurezza»

«Vogliamo garantire una giornata di divertimento all'insegna della totale sicurezza» dice l'ad di Gardaland Aldo Vigevani.

Gardaland riapertura

Il parco divertimenti di Gardaland è pronto a trasformarsi per far fronte alla “Fase 2” dell’emergenza Coronavirus, quella delle riaperture. «Vogliamo garantire una giornata di divertimento all’insegna della totale sicurezza per le famiglie italiane che potranno vivere momenti di svago e relax – spiega l’ad Aldo Vigevani – Gardaland Resort dispone di una superficie di 600mila metri quadrati, equivalenti a oltre 55 campi da calcio, che da sola rappresenta una garanzia per distanziamento sociale».

Gli ampi spazi, combinati ad un numero controllato di accessi, una selezione delle attrazioni e degli spettacoli disponibili, rigorosamente outdoor, e all’applicazione di un severo protocollo di sicurezza sono le variabili che assicureranno la messa in sicurezza del primo parco divertimenti in Italia, che registra 3 milioni di visitatori l’anno.

Gardaland ha preparato un programma modulato in funzione delle direttive e dei diversi scenari per contemplare la tutela della salute e le esigenze del divertimento. (Ansa)