Fondazione Last: studenti che vivono l’impresa

Ai microfoni di Verona Live, il direttore Matteo Scolari intervista Silvano Stellini, presidente della Fondazione Last

In occasione della Settimana Veronese della Finanza organizzata dall’Associazione Verona Network, ha ospitato una tavola rotonda sul tema delle Fondazioni. Tra gli ospiti Silvano Stellini, presidente della Fondazione Last.

Quali sono i punti di forza della Fondazione Last?

«La fondazione Last è nata 10 anni fa per dialogare in modo fruttuoso con le imprese. Metà delle ore di docenza sono svolte da figure imprenditoriali con la presentazione di progetti aziendali a cui si unisce il perno didattico grazie alla collaborazione di tre università. L’obiettivo è ridurre il gap tra conoscenza teorica e pratica. Una caratteristica di Last è formare gli studenti a 360gradi attraverso la formazione di una scuola pubblica con criteri privati. Scelte che seguono le direttive dell’innovazione dipanandosi in sette differenti corsi che modificano la didattica ogni anno a seconda delle innovazioni del mercato sempre con particolare attenzione al contesto veronese».

Come si inserisce la formazione dei vostri studenti nel più ampio contesto lavorativo?

«La nostra sede è presso l’interporto di Verona non in un edificio scolastico per cui i nostri studenti vivono l’impresa ogni giorno. Offriamo una strada parallela all’università per l’ingresso nel mondo del lavoro da protagonisti e con competenze altamente professionalizzanti. I nostri studenti usufruiscono di corsi ed Herasmus presso le università estere e Last riconosce i credi contribuendo a una formazione più ampia. Il 95% dei nostri studenti trova occupazione al termine degli studi. E’ un’esperienza di vita e di formazione».