FabLab, Bissoli: «Un laboratorio di contaminazione di idee e competenze»

Ospite oggi ai microfoni di Buongiorno Verona Giorgia Bissoli, presidente di Verona FabLab. Una realtà che unisce l'attività di formazione alla creatività data dalla tecnologia.

Oggi abbiamo parlato di start up e innovazione: due parole che rimandano ad un futuro dinamico, ricco di nuove idee e giovani. Innovazione non è solo start up ma anche tecnologia, educazione, imprenditorialità e sostenibilità. Un ruolo importante lo giocano le donne in questo. Per parlarne abbiamo con noi Giorgia Bissoli, presidente di Verona FabLab.

«FabLab nasce come un movimento a livello mondiale dall’idea di creare un’officina ad accesso libero in cui sviluppare le proprie idee. Poi attorno a questo si è sviluppata anche la formazione vera e propria attinenti alla tecnologia o ad attività di formazione generica» prosegue. «Durante questo periodo abbiamo attivi dei webinar il mercoledì sera sulla nostra pagina facebook, su diversi argomenti, dall’intelligenza artificiale alla sicurezza in rete».

LEGGI ANCHE Start up e innovazione, Carturo: «Innovarsi è un obbligo»

«Abbiamo in partenza un progetto Fab Woman, per donne disoccupate, che insegnerà a programmare siti web, da remoto dopo Pasqua» continua. «Come Fab Lab abbiamo la filosofia dello sperimentare e siamo sempre un laboratorio sperimentale e di innovazione, che dà spazio alla creatività».

«E’ importante anche per noi la contaminazione tra competenze e capacità diverse, per questo cerchiamo sempre personalità innovative» conclude. «In cui l’artigianato può essere unito alla tecnologia per creare prodotti unici».