Tommasi, il Crearo è star in Finlandia

Il Crearo Rosso Verona IGT, il Supervenetian della storica famiglia di produttori della Valpolicella Classica, vince il Primo Premio come migliore Vino Rosso 2019.

Si è tenuta ieri sera ad Helsinki la cena di gala del prestigioso wine magazine Viinilehtila più importante rivista finlandese dedicata al vino ed agli spirits. Ogni anno il magazine organizza un concorso che coinvolge tutte le etichette del mondo e premia i vini migliori.

In finale con un Pinot Nero neozelandese ed un Cabernet Sauvignon californiano, il Tommasi Crearo si è aggiudicato il Primo Premio come migliore Vino Rosso dell’anno 2019 sia per la giuria di esperti che per il pubblico che lo ha votato per la sua eleganza e finezza.

Il Crearo è un blend di Corvina, Oseleta e Cabernet Franc; le uve sono selezionate nel prestigioso cru Conca d’Oro, nella Valpolicella Classica, dove la famiglia Tommasi possiede 9 ettari. Dopo una macerazione per 15 giorni a temperatura controllata di 21-23°C, l’affinamento prosegue per 6 mesi in tonneau di rovere francese da 500 litri ed ulteriori 12 mesi in botti di Rovere di Slavonia da 65 hl; il vino riposa poi in bottiglia per sei mesi. Rosso rubino intenso e luminoso, offre un ricco bouquet di sentori delicatamente erbacei, fruttati e speziati, con note di viola, ciliegia matura, tabacco e vaniglia. Al palato è pieno e corposo, con tannini ben presenti e vellutati e una speziata sapidità che dona una gradevolissima e ottima persistenza.

Una bottiglia di Tommasi Crearo Conca d’Oro

«Sono molto emozionato ed orgoglioso. Il Crearo è un vino che abbiamo pensato insieme mio cugino Giancarlo, l’enologo di famiglia, ed io, quando sulla collina della Conca d’Oro in Valpolicella Classica nel 1997 abbiamo deciso di impiantare anche del Cabernet Franc. – ha dichiarato Pierangelo Tommasi, direttore export, che ha ritirato il Premio – Un uvaggio del tutto nuovo ed inconsueto per la Valpolicella, ma che si è dimostrata una scelta vincente per le qualità di questo uvaggio internazionale che ben si sposa con le caratteristiche delle uve autoctone. Il Crearo è un vino pensato fuori dagli schemi, per esaltare il nostro terroir; un vino che rappresenta uno stile trasversale e moderno. Sono particolarmente fiero di questo successo in Finlandia e nei paesi Scandinavi, dove con il gruppo Interbrands abbiamo un solido rapporto di collaborazione da 15 anni. Un mercato che abbiamo fatto crescere in maniera importante e che ci vede fra i protagonisti come produttori leader e fra i primi e più stimati ambasciatori della Valpolicella Classica».


Tommasi Family Estates

Una famiglia e un’azienda che lavorano per il presente e il futuro del vino italiano. Tommasi rappresenta la storia della Valpolicella e non solo. Con sei tenute vitivinicole in cinque regioni d’Italia –Tommasi in Veneto, Caseo in Lombardia, Casisano a Montalcino e Poggio al Tufo in Maremma Toscana, Surani in Puglia e Paternoster in Basilicata – ed una partenership nel Chianti Classico con La Massa, l’azienda ha l’obiettivo di creare grandi vini, valorizzando territori vocati all’eccellenza. Completa il sistema il progetto lusso De Buris: un Amarone della Valpolicella Classico doc Riserva, ma anche un ampio progetto culturale. Quattro generazioni di pionieri, esploratori, precursori e soprattutto visionari, attenti al valore della qualità in ogni fase produttiva, rispettosi dei procedimenti tradizionali ma aperti alla sperimentazione. Con l’esperienza e il sapere unici coltivati e custoditi nel tempo, la famiglia Tommasi intende valorizzare ogni territorio, legandosi a un percorso di sostenibilità e di ospitalità. La cura per l’accoglienza e l’ospitalità si esprime attraverso le strutture di Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & SPA in Valpolicella, Albergo Mazzanti e Caffè Dante Bistrot a Verona e Agriturismo Poggio al Tufo a Pitigliano, Maremma Toscana.