Semestrale in Amia. Tacchella: «Dati economici positivi»

Analizzati ieri sera nel Cda della municipalizzata i primi risultati economici. Il presidente Tacchella commenta: «Abbiamo ereditato un passivo di 3 milioni di euro. Siamo ottimisti per il futuro».  

Visionata ed analizzata nel corso della seduta del Consiglio di amministrazione di Amia che si è svolto ieri sera, la reportistica relativa alla semestrale 2019, ovvero i dati economico-finanziari dei primi mesi di quest’anno raffrontati alla previsione di bilancio che era stata formalizzata ed approvata ad inizio 2019 da Agsm (società capogruppo), dopo esser stata illustrata alle rappresentanze sindacali dell’azienda ed ai membri del Consiglio comunale di Verona.

Soddisfazione per i risultati emersi è stata espressa da tutti i membri del Cda della società di Avesani: «Dai dati della semestrale si delinea una situazione generale economico-finanziaria assolutamente positiva, superiore alle aspettative e che fa ben sperare per il prossimo futuro – ha commentato il presidente Bruno Tacchella Numeri che superano le previsioni ipotizzate dal bilancio di previsione e che confermano il buon operato e l’oculatezza delle scelte aziendali di tutti i vertici di Amia nel corso del primo anno di insediamento. Tra i vari indicatori positivi emersi vanno sottolineati il netto miglioramento delle performances economiche che fanno ben sperare nel raggiungimento del pareggio di bilancio e molto probabilmente anche in un significativo utile per l’azienda ed  il mantenimento e la salvaguardia occupazionale».

«Senza dimenticare – prosegue il presidente – una importante razionalizzazione delle spese e la realizzazione di un piano industriale di investimenti in linea con le esigenze e le mission aziendali.  Il dato maggiormente significativo è rappresentato dall’attivo di 200 mila euro di questa semestrale rispetto al passivo di bilancio ereditato nel 2018 che era di circa 3 milioni di euro».

«Siamo ottimisti per il futuro – conclude Tacchella – Un trend positivo frutto anche di un costante e continuo coordinamento tra tutti i componenti del cda, con la Direzione, tra l’azienda e l’amministrazione comunale e tra la governance ed i dipendenti.  Tutti i risultati e gli indicatori del primo semestre saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà nelle prossime settimane insieme all’assessore alle Aziende Partecipate».

Nel frattempo per Amia è scattato il lungo weekend del Tocatì, dove l’azienda con il suo personale sarà particolarmente impegnata. Centinaia di migliaia di presenze, infatti, sono attese nelle più importanti piazze del centro storico cittadino, con tutto ciò che comporterà a livello di pulizia, decoro e di un’imponente raccolta di rifiuti che vedrà decine di operatori della società impegnati ininterrottamente prima, durante e subito dopo la manifestazione. Non solo rifiuti, Tocatì sarà per Amia un’occasione per ribadire e veicolare messaggi legati alla sostenibilità ambientale, alla sensibilizzazione sui temi del riciclo, e rappresenterà anche un momento di giochi e divertimento per i più piccoli e per le loro famiglie.

Queste in estrema sintesi le principali attività messe in atto dalla società di via Avesani in occasione dell’edizione 2019 di Tocatì, illustrate dal presidente Bruno Tacchella.

Task force per la pulizia ed il decoro. Potenziate le squadre operative

Saranno potenziati ed intensificati i servizi. Decine di contenitori differenziati per le varie tipologie dei rifiuti posizionati nei punti nevralgici dei giochi, centinaia di sacchetti per la raccolta del vettovagliamento. Pulizia straordinaria e sanificazione delle varie location della manifestazione: una squadra composta da una decina di addetti, muniti di macchinari appositamente indicati in occasioni di eventi, fiere e afflusso turistico particolarmente importanti, saranno ininterrottamente operativi dalle prime ore del mattino fino a mezzanotte durante tutti i giorni del Tocatì. Amia provvederà inoltre agli interventi di pulizia finale di tutte le vie e le piazze interessate subito dopo la chiusura della kermesse.

Una manifestazione all’insegna del verde. Abbellite, ripulite e decorate numerose piazze del centro

Giardinieri ed operatori di Amia hanno provveduto in questi giorni all’abbellimento, alla decorazione floreale ed alla pulizia di numerose piazze, vie ed aree verdi interessate dalle attività della manifestazione. In particolare sono state ripulite dalle erbacce ed appositamente sistemati l’intero Lungadige San Giorgio, i giardini di piazza Poste e quelli di Giardini Lombroso, l’atrio della chiesa di San Giacomo alla Pigna che da anni funge da spazio di ristoro, alcune traverse di corso Portoni Borsari e l’argine dell’Adige in zona Ponta Pietra. Saranno inoltre abbellite piazza dei Signori, cortile Mercato Vecchio e l’area antistante la biblioteca civica con circa una sessantina di piante.

Giochi, stand e gadget per bambini e famiglie nel segno dell’ambiente

Informare, sensibilizzare e coinvolgere le nuove generazioni in percorsi ludico-didattici all’insegna del rispetto e della sostenibilità ambientale attraverso piccoli, ma importanti gesti quotidiani. Questo l’obbiettivo che anche quest’anno Amia vuole trasmettere a giovani e meno giovani. Lo farà attraverso “la pista delle biglie”, un simpatico e divertente gioco che permetterà di conoscere divertendosi le caratteristiche di vari materiali e le loro possibili tecniche di riuso. Sempre all’interno dell’area “Play Smart” sito in piazza Brà sarà presente uno stand dove operatori della società distribuiranno gadget e materiale informativo, dando utili e preziose informazioni su una corretta raccolta differenziata e sulle principali attività di Amia.