Si avvicina al ventesimo compleanno la Funivia Malcesine Monte Baldo nella sua versione più rinnovata, una struttura che dal 2002 permette a turisti e appassionati di ammirare e godere appieno delle meraviglie del lago di Garda e della montagna veronese. Da febbraio del 2019 alla presidenza del gruppo Funivia Malcesine Monte Baldo si è insediato l’avvocato Piergiorgio Schena, con il quale abbiamo fatto un bilancio dell’anno che si è appena concluso.

Un’ottima annata, il 2019, che ha confermato il trend degli anni precedenti superando la quota di 500.000 presenze, in linea con la stagione 2018 che ha battuto ogni record per numero di presenze in funivia. 

«Ovviamente la nostra attività – precisa Schena – è fortemente legata alla stagionalità e di conseguenza anche al meteo. Portiamo in quota i turisti dal livello del lago fino ai quasi 1800 metri delle vette del Monte Baldo e quindi i flussi sono legati anche alle belle giornate. Quest’anno abbiamo avuto un aprile e un maggio piuttosto brutti e piovosi, circostanze hanno evidentemente inciso sulle presenze. Credo che se avessimo avuto un meteo un po’ più favorevole in questi mesi avremmo sicuramente ottenuto risultati da record anche nel 2019». 

A favorire l’attività della funivia anche il sempre maggior afflusso turistico sul Lago di Garda: da un numero di presenze che sfiorava qualche centinaia di migliaia di persone si è passati negli ultimi anni a volumi di presenze di trasporto a livello funiviario tra i più elevanti in Italia, addirittura in Europa. 

Il 2020 segna l’avvicinarsi del ventennale di vita dell’impianto che scadrà nel 2022. Per questo, sono già in fase di preparazione programmazione e progettazione tutti quelli che per legge sono gli interventi di manutenzione generale e straordinaria. 

«Stiamo valutando non solo eventi necessari sotto il profilo tecnico previsti dalla normativa – racconta Schena – ma anche degli interventi di restyling che pensiamo possano essere d’aiuto per dare una nuova ventata promozionale alla Funivia del Baldo che certamente può avere il suo ritorno sotto il profilo dei risultati». 

In programma per il 2020 anche investimenti volti a migliorare la ricettività dei turisti in quota. «Come Consiglio d’Amministrazione della Funivia Malcesine Monte Baldo – conferma Schena – abbiamo già deliberato degli interventi per ottimizzare la struttura monte il bar e con una sala d’aspetto particolarmente rinnovata e accogliente. Abbiamo in programma il potenziamento dei percorsi intermodali in quota, ovvero i sentieri attorno alla funivia e agli impianti per consentire un maggiore sviluppo della mobilità lenta. 

Famiglie, turisti, camminatori poco esperti: tutti potranno godere, in maniera sempre maggiore, del panorama incantevole e della bellezza naturalistica del Monte Baldo.