Riders, si va verso la soluzione

Decisivo il d.L. 101/2019 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale che significa per i 200 Riders veronesi un cambio di passo.

«Ovvero la possibilità di non essere più sfruttati con forme contrattuali da “finto” lavoro autonomo, ma veder riconosciuti i diritti basilari: paga oraria, contributi previdenziali, assicurazione contro gli infortuni, divieto di discriminazione, diritti sindacali, diritto al riposo…. ovvero l’applicazione del CCNL merci e logistica» a dirlo la Cisl Verona che, già da tempo congiuntamente e con il supporto dell’Amministrazione Comunale, in particolare con l’Assessore Bertacco, ha tentato di farsi garante di un tavolo istituzionale mai partito, per l’assenza dei “giganti del cibo” sordi ad ogni richiesta di confronto. «Ora grazie al d.l. chiederemo al Prefetto di Verona di convocare Ispettorato del Lavoro e Amministrazione Comunale per ripristinare la legalità ed incentivare forme di lavoro sano e dignitose!»