Pid Tour, a Villafranca si parla di analisi web

In questa tappa conclusiva Alessandro Bigi e Claudio Tomazzoli, assegnisti dell’Università di Verona, spiegheranno al pubblico presente in sala quali sono i migliori strumenti di analisi del web utili a capire le tendenze del mercato.

Si conclude giovedì 21 novembre a Villafranca il viaggio del PID Tour che nelle ultime 5 settimane ha toccato diverse località della provincia veronese. Organizzato dalla Camera di Commercio di Verona, con il proprio Punto Impresa Digitale (PID) e in collaborazione con l’Università di Verona, il PID Tour ha affrontato diverse tematiche legate allo sviluppo del marketing digitale delle piccole, medie e micro imprese. Il PID tour ha l’obiettivo di sensibilizzare le figure manageriali delle aziende del territorio sull’importanza e sul potenziale impatto economico e strategico della trasformazione digitale.

In questa tappa conclusiva Alessandro Bigi e Claudio Tomazzoli, assegnisti dell’Università di Verona, spiegheranno al pubblico presente in sala quali sono i migliori strumenti di analisi del web utili a capire le tendenze del mercato. Tramite le metriche e gli strumenti analitici dei big data raccolti con i social media, le imprese vengono, infatti, a disporre di straordinarie opportunità di apprendimento sui propri clienti: la profilazione della clientela non è più solo alla portata delle grandi imprese. Questo consente di andare oltre la relazione di mercato, tipica delle produzioni made in Italy, basata in prevalenza sull’eccellenza del prodotto. In futuro solo chi saprà leggere e interpretare il cliente, anticiparne le esigenze e proporre soluzioni innovative avrà la possibilità di sopravvivere. In particolare la content analysis di commenti e recensioni dei clienti rivela ai decisori aziendali preziosi segnali.

«Saper decodificare i segnali provenienti dal mercato è un naturale fattore di successo: basti pensare all’importanza attribuita all’ascolto della voce dei clienti da parte di tutti i sistemi di assicurazione della qualità, come ad esempio le norme ISO – così commenta Marta Ugolini, docente di marketing turistico e responsabile del progetto per la digital transformation delle imprese, che vede impegnati l’ateneo con i Dipartimenti di Economia Aziendale e di Informatica e la Camera di Commercio veronese – Oggi le imprese possono conoscere il divenire della propria posizione competitiva e le percezioni dei clienti senza bisogno di interpellarli in una complessa ricerca di mercato: infatti le persone amano condividere sui social le loro esperienze e opinioni sui prodotti, sui brand e sulle imprese, fornendo così dei contenuti molto più ricchi di informazioni che in passato. Al contempo, tale materiale può essere analizzato con l’ausilio di alcuni software, che aiutano il decisore aziendale a cogliere i trend più salienti, senza essere travolti da un sovraccarico informativo. La digitalizzazione aiuta quindi l’intelligenza di mercato».

In apertura dell’incontro porterà i saluti Silvia Nicolis, membro di Giunta della Camera di Commercio Verona per il settore Industria; interverranno, inoltre, Riccardo Borghero della Camera di Commercio di Verona, per presentare i servizi del Punto Impresa Digitale (PID) di Verona a supporto della crescita delle piccole imprese e Marta Ugolini dell’Università di Verona che illustrerà il progetto. Il tema centrale del seminario sarà sviluppato dagli assegnisti universitari, che in questi mesi stanno applicando gli strumenti di analisi dei contenuti nelle proprie ricerche. In conclusione dell’evento interverrà Alberto Cisamolo per raccontare la case history aziendale di Linea Nostra Calzature.

L’incontro è patrocinato dal Comune di Villafranca di Verona. La partecipazione è gratuita ed è possibile registrarsi al sito. Per informazioni e ulteriori dettagli: pid@vr.camcom.it