Marmo, domani sciopero a Sant’Ambrogio per i dipendenti del settore lapideo

Domani a Sant'Ambrogio di Valpolicella i dipendenti del settore lapideo e cave industria manifesteranno per 8 ore per il rinnovo del contratto nazionale, scaduto lo scorso 31 marzo.

Domani a Sant’Ambrogio di Valpolicella i dipendenti del settore lapideo e cave industria manifesteranno per il rinnovo del contratto nazionale, scaduto lo scorso 31 marzo.

A partire dalle 9:30 con il ritrovo in via Cavour, sono previste 8 ore di sciopero e sospensione di straordinari e flessibilità per protestare contro la chiusura del CP NL, contro l’aumento di contratti a termine e in somministrazione e le deroghe ai limiti di contratti precari e stagionali fino al 30% per azienda.

Altra voce di dissenso è il rifiuto da parte dei datori di lavoro del modello contrattuale per la definizione degli aumenti salariali, ridotti a  53 euro in tre anni da verificare ex post.

Senza contare l’assenza dei capitoli Ambiente e Sicurezza in Marmomacchine e Anepla, in relazione alle qualifiche dei lavoratori e al sistema di classficazione.