La storia e il patrimonio culturale della Valpolicella in quattro lezioni

Al via il 7 ottobre l’iniziativa di Valpolicella Benaco Banca e Libera Università della Valpolicella sulla storia e la cultura del territorio. Gli incontri, tenuti dal professor Giovanni Viviani, si terranno il lunedì dalle 18 alle 20.

valpolicella vigneto viticoltura

Quattro lezioni per imparare: “Storia e patrimonio Culturale della Valpolicella”. L’iniziativa, che comincia il prossimo lunedì 7 ottobre, è della Valpolicella Benaco Banca che vuole dare strumenti, soprattutto ai giovani, meglio se impegnati nella vitivinicoltura, per valorizzare le risorse del territorio. Tutto in chiave di crescita dell’enoturismo, sempre più motore di sviluppo economico.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Libera Università della Valpolicella e prevede quattro appuntamenti di due ore l’uno, ogni lunedì dalle 18 alle 20, tenuti dal professor Giovanni Viviani, nella sala riunioni di Valpolicella Benaco Banca a Valgatara.

La conoscenza degli aspetti storici e culturali è uno strumento in più per conoscere e quindi per far conoscere il territorio della Valpolicella e le sfumature che lo compongono. Non si vende solo il vino o l’olio, ma si offre al viaggiatore anche la storia che li caratterizza e che li rende prodotti unici.

«La Valpolicella è avvantaggiata dalla vicinanza al Lago di Garda – dice Gianmaria Tommasi, vicepresidente della Valpolicella Benaco Banca – e per questa vicinanza, i turisti possono facilmente programmare una visita in Valpolicella, che può diventare con il tempo una meta fissa da associare alla vacanza. Il nostro territorio può considerarsi il ‘quartiere verde’ della città e quindi trarre beneficio anche dalla vicinanza a Verona. Come banca del territorio, consideriamo il turismo una risorsa fondamentale da coltivare e per coltivarlo bisogna conoscere quello che il nostro territorio offre».

La partecipazione è libera, aperta a tutti. Il costo di iscrizione è di 20 euro. Iscrizioni e altre informazioni nelle filiali della Banca.