“Il laureato dell’anno” in Economia è Paolo Braguzzi, ad di Davines

È Paolo Braguzzi, amministratore delegato di Davines, già studente dell’Università di Verona, il “Laureato dell’anno 2019 – Una carriera eccellente”.

Paolo Braguzzi - Laureato dell'anno

È Paolo Braguzzi, amministratore delegato di Davines, già studente dell’ateneo scaligero, il “Laureato dell’anno 2019 – Una carriera eccellente”. La premiazione si è tenuta mercoledì 16 ottobre al Polo Santa Marta (via Cantarane, 24).

Nata nel 2001 da un’idea dell’Alvec, l’associazione laureati dell’Area economica dell’università di Verona, dal 2014 il “Laureato dell’anno” è diventata un’iniziativa comune dell’ateneo e dell’associazione. La premiazione è inserita nell’ambito di Univerò, il Festival del placement in programma dal 15 al 17 ottobre.

Paolo Braguzzi, laureatosi nel 1985, è dal 2004 amministratore delegato e direttore generale di Davines spa, gruppo multinazionale italiano con sede a Parma e filiali negli Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Messico, Olanda e Hong Kong. Il Gruppo è attivo con i suoi marchi Davines e [comfort zone] nell’industria professionale della bellezza.

In precedenza, è stato Ceo e managing director del Gruppo Pompea e ha operato per quasi 15 anni in Wella Italia, esordendo come Junior Product Manager nel 1988, occupandosi successivamente di marketing, poi di direzione commerciale e assumendo infine la carica di amministratore delegato e direttore generale della consociata italiana del gruppo Wella.

Nel gruppo Wella è stato inoltre membro di vari comitati direttivi a livello mondiale, occupandosi di progetti di Knowledge Management, branding, e-commerce e innovazione.

Agli esordi della sua carriera ha lavorato nel marketing di Corneliani. È stato membro del Consiglio direttivo dell’Associazione industriali di Mantova ed è attualmente membro della giunta di Cosmetica Italia – Associazione italiana delle imprese cosmetiche.

Paolo Braguzzi - Laureato dell'anno

L’albo d’oro del premio

Nell’Albo d’oro dei Laureati dell’anno, Paolo Braguzzi si affianca a otto imprenditori (Giuseppe Dal Cortivo, Alberto Bauli, Sandro Veronesi, Bruno Veronesi, Sergio Cielo, Ilaria Vescovi, Giovanni Podini e Andrea Dusi), quattro manager di imprese private (Giancarlo Battisti, Enrico Frizzera, Karl Heinz Salzuburger e Marisa Golo), due manager di enti pubblici (Renzo Caramaschi e Federico Testa), due docenti universitari (Dario Olivieri e Nicola Pavoni) e a un rappresentante delle Istituzioni (Alberto Giorgetti).

Dopo la premiazione, il laureato dell’anno ha presentato il suo percorso professionale. “Essere manager” è il titolo scelto da Paolo Braguzzi per il suo intervento, rivolto in particolare ai giovani, essendo la premiazione inserita nel programma di Univerò.

Il premio

Con il premio “Una carriera eccellente” si conclude l’edizione 2019 del “Laureato dell’anno”. Nella sessione primaverile degli esami di laurea triennale, tenuta nel mese di aprile, erano stati premiati i “Neo laureati dell’Anno Accademico 2017-18”, risultati primi di una speciale classifica, alla quale accedono solo i neo laureati con 110 e lode.

Per ciascuno dei dieci corsi di laurea, detta classifica è basata su due parametri: il più alto punteggio di ammissione all’esame di laurea e il minor tempo di permanenza in università.