Il futuro dell’ex area Galtarossa? Pernigo: «Valuteremo insieme»

Area Galtarossa: quale formula? Questo il titolo dell’evento che si terrà giovedì 27 giugno negli edifici dell’ex area omonima, in lungadige Galtarossa 21. All’evento, cui è possibile partecipare solo su invito, sarà moderato dal giornalista di Radio 24 Sebastiano Barisoni.

L’area ex Galtarossa è al centro dell’incontro a porte chiuse (ingresso su invito) che si terrà il prossimo 27 giugno alle ore 18 in Lungadige Galtarossa 21. Lo scopo dell’evento è chiarito da Andrea Pernigo, amministratore di Eo Magis Srl che di recente acquisito una parte dell’area: «Dopo aver acquisito la proprietà, grazie alle numerose sollecitazioni di chi vi opera e all’interesse manifestato da diversi soggetti, abbiamo capito che si tratta di un’area molto importante, con una vocazione specifica e forte. Così, per riuscire a far emergere fino in fondo questa vocazione, abbiamo pensato ad un approccio partecipato, che coinvolgesse diversi soggetti dell’amministrazione, dell’industria, dell’arte e della società civile veronesi».

Nel”area interessate oggi sono presenti diverse realtà, tra cui la galleria d’arte Studio La Città, Fondazione Eulife e 311 e dove è presente anche la Villa Liberty fronte Adige che, nel secolo scorso, ospitava gli uffici direzionali e amministrativi delle Acciaierie Galtarossa.

L’incontro, a cui parteciperanno parteciperanno Daniele Finocchiaro, presidente di AGSM, Paolo Felice, presidente di Acciaierie di Verona, Antonello Vedovato, presidente di Fondazione Edulife e Yolanda Velasco, co-fondatrice dello studio di architettura MYGG, sarà l’occasione per ricordare gli eventi che hanno portato quel luogo a diventare la sede della “Galtarossa”, per far incontrare le realtà che oggi sono presenti o limitrofe e per ragionare sulle prospettive future per l’area e per la città.

Per informazioni: info@eomagis.it | 045 8321527

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.