Si sono iniziati a raccogliere nel 2019 i frutti del primo triennio di programmazione ma la vera soddisfazione arriverà in questo 2020. Per Ermanno Anselmi è il secondo mandato alla presidenza del GAL Baldo-Lessinia: tre anni, in scadenza nel 2021, che sommati al triennio precedente vanno a completare il sessennio del Piano di Sviluppo Rurale (PSR).

«È stato un anno importante – ci racconta –, in cui siamo riusciti soprattutto a fare massa critica e a coinvolgere gli enti locali. Si è dovuto dapprima comprendere il meccanismo Gal, abbiamo dovuto farci conoscere come persone sul territorio e riuscire a fare sensibilizzazione e divulgazione delle varie opportunità che questo ente può offrire. Abbiamo imparato anche a conoscere le ragioni intrinseche del nostro paesaggio per meglio progettare interventi futuri».

Nel 2020, in particolare, arriveranno a compimento i 5 progetti chiave (Il cammino del Bardolino, l’alta via della Lessinia, La Dorsale della Storia nell’est veronese, il cicloturismo in Valpolicella e il turismo sportivo sul Baldo) realizzati sulla provincia di Verona che coinvolgo diversi comuni.

«Far lavorare insieme gli enti locali è stata la cosa più difficile – rivela Ermanno Anselmi –. Ma in questi anni il Gal, nel suo piccolo, è riuscito a creare un tavolo di lavoro su cui conoscersi e confrontarsi, complice anche la mancanza di una Comunità Montana a fare da riferimento».

Nei prossimi mesi, collegati a questi progetti chiave, usciranno inoltre dei bandi rivolti ad aziende delle aree geografiche interessate dai progetti stessi, che potranno ricevere finanziamenti per circa 2 milioni di euro complessivi. Tra le linee guida del 2020 di GAL Baldo-Lessinia ampio spazio anche alla formazione e alla ricerca, affinché le azioni future siano progettate con sempre maggior consapevolezza.

«Crediamo sia importantissimo accompagnare i nostri potenziali interlocutori, ma anche il territorio nella sua totalità, in percorsi di formazione che portino questi potenziali attori alla conoscenza dei propri mezzi, alla voglia sempre maggiore di investire su sé stessi e sul proprio territorio».