Consorzio LEB: torna l’acqua per irrigare nella Bassa

Le aziende agricole delle zone interessate dallo sversamento di sostanze inquinanti dopo l'incendio di Brendola potranno ora beneficiare nuovamente del servizio irriguo nelle portate massime concesse dalle Autorità competenti.

Siccità consorzio Leb canale Adige Guà

E’ stata disposta oggi da parte delle Autorità competenti la riapertura dell’attività irrigua del Consorzio LEB, in questi giorni parzialmente sospesa nell’area della bassa veronese, padovana e vicentina in via precauzionale per la verifica dello stato di salute delle acque superficiali dei canali interessati dagli sversamenti delle sostanze inquinanti.

Superato lo stato di criticità, le aziende agricole potranno ora beneficiare nuovamente del servizio irriguo nelle portate massime concesse dalle Autorità competenti, più che mai necessario dato lo stato delle culture e le difficile condizioni climatiche.

«Un sentito ringraziamento  va alle maestranze del Consorzio e a tutti coloro che si sono prodigati per superare il difficile momento che ha interessato il comprensorio consorziale, e in particolare alla Struttura regionale competente nella figura del Direttore Area del Territorio, Nicola Dell’Acqua», evidenzia il presidente del Consorzio L.E.B. Moreno Cavazza.