Cattolica, riassetto al vertice e ok all’assemblea straordinaria

Continuano i movimenti interni a Cattolica Assicurazioni dopo la revoca delle deleghe a Minali. Riassetto al vertice e ok all'assemblea straordinaria chiesta da alcuni soci.

Valter Trevisani - Cattolica Assicurazioni assemblea straordinaria Cattolica e Google Cloud
Valter Trevisani

Riassetto al vertice e via libera all’assemblea straordinaria. Continuano i movimenti interni a Cattolica Assicurazioni dopo il colpo di scena dello scorso 31 ottobre, quando il Consiglio di amministrazione aveva ritirato le deleghe all’allora amministratore delegato Alberto Minali.

Carlo Ferraresi - Cattolica Assicurazioni
Carlo Ferraresi

Tutti i poteri erano stati quindi passati al direttore generale, Carlo Ferraresi. Oggi il Cda, riunitosi sotto la presidenza di Paolo Bedoni, ha approvato la modifica organizzativa di vertice della società, che si era quindi resa necessaria.

È stata istituita una Condirezione Generale Area Assicurativa a riporto dello stesso Ferraresi e sotto la responsabilità del dottor Valter Trevisani, che viene nominato Condirettore Generale Area Assicurativa. A quest’ultimo sono attribuite le deleghe operative nei seguenti ambiti:

  • Area Tecnica di tutti i rami (Vita e Previdenza, Danni Auto, Danni Non Auto);
  • Riassicurazione per tutti i rami (Vita e Previdenza, Danni Auto, Danni Non Auto);
  • Sinistri (liquidazione e gestione);
  • Distribuzione (Canali Professionali, Bancassicurazione e Business Unit Enti
    Religiosi e Terzo Settore);
  • Marketing;
  • Affari Legali e Servizio Reclami;
  • Insurance Analytics & Business Architecture.
Samuele Marconcini - Cattolica Assicurazioni
Samuele Marconcini

Viene inoltre istituita una Vice Direzione Generale Chief Operations Office, a riporto di Ferraresi e sotto la responsabilità del dottor Samuele Marconcini, in cui confluiscono le aree Operations e IT, Organizzazione e Risorse e le unità organizzative Academy e Transformation & Automation.

La squadra dei Vice Direttori Generali, oltre a Samuele Marconcini, è composta
anche dal cfo Enrico Mattioli e dal Direttore Danni Non Auto Nazareno Cerni.

«Le modifiche approvate sono in linea con le migliori best practice di mercato» ha dichiarato Carlo Ferraresi. «Potenziando il coordinamento tra area tecnica e area commerciale e la macchina operativa e IT, le due neocostituite strutture hanno l’obiettivo di rafforzare ulteriormente la Compagnia per facilitare il raggiungimento degli obiettivi di Piano Industriale, su cui tutti i colleghi sono impegnati. Sono certo che la nuova organizzazione saprà garantire la migliore valorizzazione delle professionalità che la nostra azienda esprime».

Ok all’assemblea straordinaria

È stata accolta dal Cda, inoltre, la richiesta di alcuni soci (Francesco Brioschi, Massimiliano Cagliero, Giuseppe Lovati Cottini, Credit Network & Finance S.p.A., SH64 S.r.l.), pervenuta il 18 dicembre 2019, di convocare l’Assemblea straordinaria dei soci di Cattolica Assicurazioni per il 6 marzo 2020, in prima convocazione, e il giorno successivo, 7 marzo 2020, in seconda convocazione, secondo l’ordine del giorno proposto dagli stessi soci richiedenti: «Nuove regole di governo societario: modificazioni, eliminazione e integrazioni agli articoli 1, 22, 23, 24, 27, 29, 30, 31, 32, 33, 37, 38, 39, 40, 41, 43, 46, 47, 48, 59 dello statuto sociale. Delibere inerenti e conseguenti».

Seguirà, nei tempi di prassi e secondo legge e statuto, la pubblicazione del rituale avviso di convocazione, accompagnato dal documento relativo alle valutazioni del Consiglio di Amministrazione circa la proposta dei soci richiedenti.

La richiesta dei soci e la relativa documentazione sono disponibili sul sito internet della società. Le valutazioni del Consiglio di Amministrazione circa la richiesta stessa saranno rese note sempre sul sito internet della società, contestualmente alla pubblicazione dell’avviso di convocazione dell’assemblea.

A margine della riunione, il presidente Paolo Bedoni ha dichiarato: «La decisione del Consiglio è stata adottata responsabilmente, al di là dei dubbi espressi da vari autorevoli pareri legali circa la legittimità di alcune clausole proposte dai soci richiedenti l’assemblea, in un’ottica di piena trasparenza e nel rispetto della sovranità assembleare e del complesso della compagine societaria».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.