Cattolica e Google Cloud, accordo per la trasformazione digitale

Cattolica Assicurazioni ha scelto Google Cloud come partner tecnologico per intraprendere il processo di trasformazione digitale e continuare così a migliorare la qualità e l’efficienza dei servizi offerti ai propri clienti.

Valter Trevisani - Cattolica Assicurazioni assemblea straordinaria Cattolica e Google Cloud
Valter Trevisani

Cattolica Assicurazioni ha scelto Google Cloud come partner tecnologico per intraprendere il processo di trasformazione digitale e continuare così a migliorare la qualità e l’efficienza dei servizi offerti ai propri clienti.

La collaborazione tra la compagnia assicurativa veronese e l’azienda di Mountain View è finalizzata a supportare il progetto di trasformazione di Cattolica in una “Data Driven Company”, come previsto dal Piano Industriale 2018-2020 del Gruppo.

L’infrastruttura tecnologica è in grado di analizzare in real-time dati strutturati e non strutturati in modo semplice e sicuro, beneficiando di una gestione del dato equilibrata, innovativa e conforme alle più evolute normative sulla protezione dei dati. Abilitando nuove modalità di analisi e gestione, la tecnologia Google Cloud Platform ha contribuito a un aumento del valore di Cattolica, che si è dotata di una piattaforma che permette una più rapida gestione dei progetti che richiedono l’analisi di grandi quantitativi di dati, come ad esempio l’adeguamento alla normativa IFRS 17, il nuovo standard contabile per il mondo assicurativo che entrerà in vigore dal 2021.

Cattolica ha implementato i prodotti di Google Cloud nell’ambito del percorso di trasformazione digitale: i servizi BigQuery e Dataproc hanno consentito alla compagnia una scalabilità elevata per aumentare la produttività nell’analisi dei dati ed inoltre le API Cloud di Intelligenza Artificiale hanno reso possibile la costruzione di modelli di machine learning essenziali per il business di Cattolica, come per esempio l’individuazione di elementi ripetitivi utili a riconoscere i tentativi di frode nella gestione dei sinistri.

Grazie alla tecnologia abilitante di Google Cloud e a un mix di competenze unico nel panorama assicurativo nazionale, Cattolica ha infatti potuto fare leva sull’innovazione per l’accelerazione di processi e l’applicazione di soluzioni scalabili in diversi ambiti della propria attività. Tra questi si citano l’analisi integrata delle informazioni relative ai sinistri in possesso della compagnia (documenti e immagini) e l’implementazione di motori di intelligenza artificiale finalizzati ad una maggiore efficacia nella lotta antifrode e all’identificazione di fattori di efficientamento dei processi di perizie e delle liquidazioni ai propri clienti.

L’adozione della soluzione tecnologica ha altresì agevolato la creazione di un framework di metriche univoco per la gestione del cliente e una progressiva sofisticazione analitica orientata allo sviluppo sostenibile del business.

La trasformazione tecnologica è stata accompagnata da una simultanea evoluzione della struttura organizzativa, che ha visto la creazione di una nuova area di Insurance Analytics quale unità di business. Il personale altamente qualificato ha lavorato fianco a fianco con gli esperti di Google Cloud sull’analisi, lo sviluppo e l’applicazione di modelli di machine learning.

In poche settimane Cattolica ha attivato il “Data Scientist Lab”, nel quale figure professionali IT e business lavorano in simbiosi, unendo le competenze e utilizzando linguaggi e strumenti comuni.

Valter Trevisani, direttore generale del Gruppo Cattolica Assicurazioni, ha dichiarato: «La capacità di gestire e analizzare i dati è da sempre uno dei fattori competitivi più rilevanti per le imprese del settore assicurativo. Ecco perché, in un momento di profonda trasformazione tecnologica, abbiamo scelto di costruire un’infrastruttura moderna e scalabile, affidandoci alla competenza di Google Cloud e accelerando al contempo la transizione di Cattolica verso una Data Driven Company».

«La nostra conoscenza del business, arricchita dalla capacità tecnologica della Data Platform, sta migliorando il nostro modo di fare assicurazione e rafforza il nostro posizionamento di azienda dinamica e innovativa. Il digitale è per noi uno strumento al servizio di collaboratori e reti distributive, nell’ottica di un costante miglioramento dell’offerta al cliente».

Fabio Fregi, Country Manager di Google Cloud per l’Italia dichiara: «Siamo felici che l’adozione della Google Cloud Platform stia offrendo a Cattolica un contributo positivo per il raggiungimento degli obiettivi di trasformazione digitale definiti dall’azienda nel proprio piano industriale. Il percorso che abbiamo avviato insieme e gli ambiti di applicazione sono la dimostrazione di come Google Cloud possa supportare la trasformazione di aziende e organizzazioni anche dei settori più tradizionali, come il mondo assicurativo».