Il lavoro in un clima di benessere. Non solo negli spazi dell’azienda, con ambienti e postazioni sicure e un orario di lavoro che vada incontro alle esigenze dei dipendenti, ma anche nel tempo libero. Un welfare “globale”, inteso nel senso più ampio del termine, quello messo in pratica da Jumbo Spa, storico calzaturificio di San Martino Buon Albergo.

L’azienda ha atteso al rientro dalle ferie i suoi dipendenti, un centinaio, con un piacevole regalo. Per loro un abbonamento annuale in palestra che gli consentirà il libero accesso alla sala attrezzi e a tutti i corsi collettivi in palinsesto.

«Negli anni la società, in primis il suo fondatore, Silvano Danieli, indipendentemente dagli obblighi di legge ha predisposto per i lavoratori servizi e spazi comuni. Si pensi alla mensa, alla palestra, alle pause lavorative a metà mattina e a metà pomeriggio. Abbiamo anche  anticipato la pausa pranzo dalle 11,55 e non da mezzogiorno, per dar modo a chi
raggiunge le proprie abitazioni di evitare il traffico della zona industriale» spiega Marina Danieli, responsabile Risorse Umane presso il calzaturificio Jumbo.

«Essendo, poi, la nostra lavorazione per sua natura una produzione in linea, con gesti ripetitivi, già da anni con il sostegno di Confindustria Verona e il Poliambulatorio Iucopilla di S.Martino Buon Albergo, abbiamo attivato sedute di ginnastica posturale, alle quali i lavoratori si possono tuttora iscrivere gratuitamente per alleviare o prevenire malesseri osteoarticolari, muscoloscheletrici, indolenzimenti. Convinti che lo sport rappresenti un toccasana anche per recuperare equilibrio e serenità interiore e aumentare la qualità della vita, quest’anno l’ulteriore passo avanti. Un abbonamento annuale a una palestra, per riuscire a coinvolgere tutti i dipendenti indipendentemente dall’età, dal genere e dalle attitudini sportive».