A fine mese si rinnova il direttivo di Apindustria Verona

Martedì 29 ottobre è in programma in Fiera la 57esima Assemblea Generale di Apindustria Confimi Verona per il rinnovo del direttivo.

apindustria verona renato della bella

“Protagonisti uniti e consapevoli. Determiniamo il nostro futuro”. Questo il tema della 57esima Assemblea Generale di Apindustria Confimi Verona, in programma martedì 29 ottobre, a partire dalle 17 per le votazioni, all’Auditorium Verdi della Fiera di Verona.

Al centro dell’appuntamento, che porterà al rinnovo del Consiglio Direttivo dell’Associazione, la città di Verona nel panorama economico italiano e internazionale. Per l’economia scaligera il primo semestre del 2019 è stato in generale un periodo di sostanziale tenuta rispetto all’anno precedente, ma i segnali per il semestre in corso sono meno nitidi.

In prospettiva futura sono tre, secondo Apindustria Confimi Verona, gli aspetti su cui investire perché il capoluogo veronese possa continuare a ricoprire un ruolo strategico. Innanzitutto le infrastrutture: non soltanto Tav, ma Alta Velocità e Alta Capacità, reti informatiche e logistica. Poi la legalità: tematica che affronterà l’ex magistrato Gherardo Colombo nella relazione “La legalità e il rispetto delle regole”. Infine la formazione, a partire dalla riflessione del sociologo Umberto Galimberti dal titolo “La condizione giovanile nell’età del nichilismo”.

All’Assemblea Generale interverranno: Renato Della Bella, presidente di Apindustria Confimi Verona, e Paolo Agnelli, presidente di Confimi Industria; Federica Mirandola e Michele Ghibellini, rispettivamente alla guida di ApiDonne e ApiGiovani, infine Claudio Cioetto presidente di Api Legnago. Nel corso della serata saranno premiate le aziende che aderiscono all’associazione da oltre 30 anni.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.