Un anno da incorniciare. Non solo per aver superato – ed è la prima volta nella storia di Veronafiere – i 100 milioni di fatturato, ma soprattutto per lo sguardo internazionale, e in particolare proiettato sulla Cina, che ci sarà nel 2020, grazie alla recente costituzione di una nuova società in loco. Sono questi i due punti più importanti toccati stamattina al quinto piano della sede di Viale del Lavoro 8 dal presidente dell’ente fieristico Maurizio Danese e dal direttore generale Giovanni Mantovani, i quali hanno voluto incontrare la stampa per uno scambio di auguri.

A confermare la crescita su più fronti è il direttore, Giovanni Mantovani, che ha annunciato a sorpresa anche una nuova partnership per la gestione diretta, nel prossimo febbraio, di Cavalli A Roma, ovviamente nella Capitale.